Sky Sport traccia il profilo di Yann Karamoh, protagonista della vittoria contro il Bologna

Yann Karamoh. E’ stato lui l’uomo copertina della vittoria dell’Inter sul Bologna di domenica. Ora, come sottolinea Sky Sport, camminando per il centro di Milano, gli occhi pieni della moda che tanto ama, sarà più difficile passare inosservato. Si diceva dell’Arsenal, del Monaco, delle tante squadre che lo volevano, ma non erano in molti a credere che quel ragazzino, nascosto in un cappuccio, avrebbe premiato l’Inter e il suo gioco d’anticipo a 5 milioni e mezzo di euro. Eppure, a 19 anni, aveva appena concluso la sua prima stagione da protagonista con il Caen come il giovane più utilizzato nei cinque principali campionati europei: 35 presenze, 5 gol e 4 assist.

All’esordio contro il Genoa e nei 121 minuti di campionato che hanno preceduto il primo gol in Serie A, sprazzi di talento, fiammate, dribbling e velocità sembravano già poter rompere la monotonia. Perché in fondo, come dice lui stesso, uno o è bravo o non lo è. Quel 31 agosto indicava i suoi modelli (Neymar e Dybala). Cinque mesi dopo, calato nel gruppo, a parte per l’italiano che ancora sta studiando, consapevole e determinato, sa quello che vuole. Spalletti lo ha convinto a lavorare sul sinistro anche con sedute individuali. Evidentemente il ragazzino ivoriano naturalizzato francese sa anche ascoltare. Karamoh aspettando Martinez: lampi di futuro. Al gruppo ‘future’ è ispirata l’esultanza: dedica alla mamma, con lui in Italia, e via alla maschera. Adesso, pur con i tanti margini di crescita, pure a Milano sanno chi è Karamoh.