Mancini sull'Inter: "Perde due pedine, ma quei due sono straordinari"

In una lunga intervista rilasciata ai colleghi della Gazzetta dello Sport, il tecnico della Nazionale Roberto Mancini, ha fatto il punto sul campionato
18.08.2019 10:36 di Giovanni Ragosa   Vedi letture
Fonte: Gazzetta dello Sport

In una lunga intervista rilasciata ai colleghi della Gazzetta dello Sport, il tecnico della Nazionale Roberto Mancini, ha fatto il punto sul campionato che sta per iniziare ed ha parlato anche delle mosse dell'Inter.

Queste le sue dichiarazioni: “È presto per dirlo, aspettiamo. La Juve in assoluto è la più forte, non dimentichiamo che vince da otto anni e si è pure rinforzata: anche l’Inter, ma la Juve non è stata ferma. E come vice Juve vedo pericoloso il Napoli: ha gli stessi giocatori che ormai giocano insieme da anni, mentre l’Inter ne ha già cambiati 4-5 e perde giocatori importanti come Icardi e Perisic".

II ct azzurro ha parlato anche di Sensi e Barella, due giocatori nel giro della sua nazionale. "Sono due giocatori straordinari, e sottolineo straordinari. Li ho visti decollare, di partita in partita. Lo devono diventare: primo perchè sono italiani, poi perchè sono bravi tecnicamente e possono fare tutti tre i ruoli di centrocampo. Anzi: lo diventeranno sicuramente."

SU LUKAKU - "Perchè Conte voleva tanto Lukaku? Bisogna chiederlo a lui... Probabilmente ha le qualità che gli servivano: è potente, a volte fa reparto da solo. Nonostante sia un armadio é tonico in velocità e ovviamente fa gol. Ma io l'ho visto giocare solo qualche volta, Conte lo conosce".

CASO ICARDI - "Icardi è un giocatore che garantisce 20-25 gol all'anno: a me spiace per lui e spero che questa situazione si risolva presto. Non so se sarà beato chi lo prendera, ma so che é giovane e può ancora migliorare".

SCAMBIO ICARDI-DYBALA - "Chi ci guadagnerebbe in uno scambio lcardi-Dybala? Quando volevo Dybala, che per me é un grande giocatore, li vedevo perfetti per giocare insieme."