Inter News: che botti da Dzeko! La frecciata alla Juve, le parole su Chiellini

L'ex Roma sarà protagonista domenica nel derby d'Italia. In vista della super sfida arrivano dichiarazioni schiette e ricche di determinazione
22.10.2021 08:27 di Davide Giangaspero   vedi letture
Fonte: La Gazzetta dello Sport

Inter news: parla Dzeko. Il centravanti bosniaco è intervistato oggi (venerdì 22 ottobre) da La Gazzetta dello Sport.

L'ex Roma sta furoreggiando in campo a suon di gol. Un impatto micidiale, quello in maglia nerazzurra. Al quotidiano Dzeko racconta segreti e obiettivi. "Io in campo non sono Dzeko. Io sono Edin, sono il bambino che ha cominciato a giocare perché non poteva fare a ameno di correre sotto casa dietro a un pallone. Ecco, per me è ancora questo il calcio: impazzisco quando vedo una palla".

A domanda se sia questa la squadra più offensiva nella quale ha giocato, Dzeko risponde: "Sì, insieme al City con Mancini. Attacchiamo con tanti uomini, siamo molto propositivi, si è visto anche in Champions. Ed è per questo che incassiamo più gol di quanti dovremmo: qui dobbiamo crescere". E sulle mosse anti-Juve in vista di domenica (leggi qui come seguire la sfida), arriva la stoccata... "Non c’è tanto da inventare: dobbiamo neutralizzare quello che loro fanno bene, ovvero i contropiede".

Proprio la Juve poteva essere la squadra di Dzeko. Il bosniaco chiarisce: "Prima cosa: non guardo indietro, sono felice all’Inter e stop. Secondo: fu la Roma a parlare per prima e a mettersi d’accordo con la Juve, io neanche sapevo della trattativa, entrai in scena solo successivamente. Saltò tutto poi perché la Roma non trovò il mio sostituto".

E su Chiellini, indiziato a marcarlo... "In quella posizione è uno dei migliori degli ultimi dieci anni, per la Juve è determinante. Con lui è pesante, è tosta. Si attacca addosso sempre, anche troppo... Contro Chiellini ho segnato il mio primo gol in Italia, ma tante volte mi ha lasciato a secco. Ecco, per domenica posso farne a meno: vorrei vincere anche senza far gol". Leggi pure le dichiarazioni dell'ex presidente nerazzurro, Massimo Moratti, clicca qui.