Inter, hai visto questi numeri? Brividi di paura per Inzaghi e i tifosi

In vista della sfida contro il Real Madrid (mercoledì 15 settembre) emergono dati tutt'altro che incoraggianti per il mondo nerazzurro
14.09.2021 07:30 di Matteo Gardelli   vedi letture

A poche ore da Inter-Real Madrid, l'esordio in Champions League, emergono numeri che mettono i brividi sia a Simone Inzaghi che ai tifosi.

Il nemico pubblico numero uno, domani (mercoledì 15 settembre) a San Siro, sarà Karim Benzema. The Dream ha infatti siglato un avvio di stagione da record: cinque gol e quattro assist. "Mai così all'inizio per i Blancos" conferma il Corriere dello Sport in edicola oggi, martedì. Solo Cristiano Ronaldo, negli ultimi 21 anni, aveva partecipato per il Real Madrid a nove gol nelle prime quattro giornate "ma - ricorda il quotidiano sportivo - segnandoli tutti lui e senza fornire assist". A spaventare ulteriormente l'Inter, Simone Inzaghi e i tifosi c'è poi un altro dato: "In Europa, fino a oggi, nessuno ha fatto meglio di lui (Benzema, ndr), né Mbappé e nemmeno Haaland, due che - ricorda il Corriere dello Sport - a quanto sostiene il presidente della Liga, Javier Tebas, il Real Madrid ha i soldi in cassa per poter prendere". Attenzione, però. Karim 'The Dream' non è l'unico pericolo per l'Inter. Vinicius Junior sembra 'un altro giocatore' rispetto alla scorsa stagione. Il brasiliano dà infatti l'impressione di 'aver inquadrato' la porta come testimoniano i quattro gol fino a oggi realizzati con i Blancos. Non va infine dimenticato anche il 'gioiello' Hazard: il belga, infatti, è un giocatore che, in serata singola, può spaccare qualsiasi partita e può essere immarcabile. 

Come tutte le squadre, però, anche il Real Madrid ha un punto debole. E Carlo Ancelotti lo sa molto, molto bene. La difesa non è ancora 'settata' al 100% dopo le cessioni di Sergio Ramos (finito al Paris Saint Germain) e Rapahel Varane (acquistato dal Manchester United). A San Siro, domani sera, mancheranno poi Marcelo e Mendy. Insomma: se è vero che Benzema fa paura, è anche vero che l'Inter può sfruttare i problemi di formazione dei Blancos. Ecco perché gli occhi, come vi spieghiamo in questo articolo, sono tutti puntati su Lautaro Martinez: il Toro sa come si segna al Real, basta fare un viaggio nel tempo e tornare indietro di un anno...