Inter, Dzeko bersaglio della critica. E c'è un dubbio su Inzaghi

Contro il Real Madrid i nerazzurri hanno creato molte occasioni da rete ma è mancato (come contro la Sampdoria) il 'colpo decisivo'
16.09.2021 06:28 di Matteo Gardelli   vedi letture
Fonte: Corriere dello Sport

L'Inter stecca la prima partita del girone di Champions League. La squadra di Simone Inzaghi spreca troppe palle gol e, alla fine, viene castigata dal Real Madrid grazie a un gol di Rodrygo. Qui potete rivivere la partita di ieri, mercoledì 15 settembre.

Secondo il Corriere dello Sport in edicola oggi, giovedì 16, ai nerazzurri "manca un bomber". Alberto Dalla Palma, nel suo approfondimento, sottolinea come "rispetto a quello che produce, la squadra segna troppo poco: non ha cattiveria in area, sembra quasi che si specchi nella sua improvvisa bellezza". Il quotidiano sportivo ammette che uno come Romelu Lukaku non è 'clonabile' perché "era spietato in area quando sentiva la porta. Edin Dzeko no, è bello, delizioso, capace di fare assist da trequartista e aperture da mediano centrale però - rimarca Dalla Palma - non è più il bomber di Wolfsburg o Manchester: Courtois è stato bravissimo è stato bravissimo quando gli ha respinto la conclusione con un piede e un colpo di testa con l'istinto, però il bosniaco avrebbe potuto fare molto di più, garantendo all'Inter i gol di un successo importante".

Il Corriere dello Sport analizza anche la prestazione del tandem argentino: Lautaro Martinez e Joaquin Correa. Il primo ha avuto meno occasioni di Dzeko mentre il secondo è entrato in corsa e non ha avuto il tempo di trasformarsi nell'uomo decisivo e spietato come a Verona. Alberto Dalla Palma, nel suo corsivo, fa emergere quindi un dubbio: "Non vorremmo che Inzaghi avesse scelto l'erede di Lukaku più sulla qualità che sulla capacità realizzativa: uno come Zapata, seppur molto più caro come costi, forse sarebbe stato l'ideale per la sua squadra, che è calata nel finale - ricorda l'articolista - si è fatta sorprendere dalla qualità dei cambi di Ancelotti". Il quotidiano sportivo conclude la sua analisi sottolineando, però, come non è questa sconfitta che può creare tensioni o provocare processi "anzi - scrive Dalla Palma - siamo convinti del contrario. L'Inter sta giocando partite di qualità".

Ma, citando proprio il titolo del Corriere dello Sport, a Inzaghi "manca un bomber" (per ora). Cosa non da poco, se parliamo di calcio...