GdS - Le pagelle: Una sola insufficienza. Eriksen? L'uomo del ritorno

L'Inter vince sul campo del Crotone per 0-2 e si avvicina al tricolore. Quasi tutti promossi i nerazzurri: tra loro spicca Barella.
02.05.2021 09:35 di Riccardo Cisilino   Vedi letture
Fonte: Gazzetta dello Sport

I nerazzurri escono vittoriosi dal campo del Crotone - per 0-2 - e si avvicinano sempre più al tricolore tanto bramato e sognato. Il match viene indirizzato da Eriksen e poi chiuso in contropiede da Hakimi su assist di Barella. Tra i nerazzurri una sola insufficienza ed alcuni voti alti da parte della Gazzetta dello Sport quest'oggi.

Unica insufficienza per Darmian (5,5) : "Non è partita da magic moment. L’arbitro gli risparmia un giallo, lui non risparmia qualche giocata tecnica sotto livello. Sostituito, per una volta giustamente".

Voto 6 per una parte della retroguardia nerazzurra con Handanovic e Bastoni. Per il capitano una giornata tranquilla nella quale è stato coinvolto solamente in due interventi. Per il difensore azzurro prestazione alternata tra qualche errorino ed aperture millimetriche. Stesso voto anche per Lautaro che parte un po' sottotono - con alcuni errori nel controllo -, ma finisce in crescendo colpendo pure il palo. Il digiuno però continua.

Mezzo voto in più - 6,5 - invece per la stragrande maggioranza dei nerazzurri. Da Skriniar a De Vrij - giornata di lavoro ordinaria e pulita - ad Hakimi e Brozovic (il primo chiude il match con la sua rete, mentre il secondo fa girare il centrocampo e giova dell'entrata di Eriksen). Tra di loro si inserisce pure Sensi - al ritorno da titolare con qualche buona incursione - insieme a Lukaku (altro palo per il belga e grandissima sponda per il vantaggio nerazzurro), Perisic (buona la sua entrata con spunti interessanti) e Sanchez (colpi di tacco e tanta corsa per il cileno).

Voto 7 pieno per Eriksen ed Antonio Conte: "Il primo entra e la decide. Tocco di prima e subito si propone per il tiro. Secondo gol in campionato: è quasi simbolico che il gol che più avvicina lo scudetto sia suo, l’uomo del girone di ritorno". Mentre il mister: "Partita che spiega cos’è l’Inter: l’umiltà di abbassarsi anche di fronte al Crotone che era partito forte, poi la forza di prendersi la vittoria con i cambi. L’opera d’arte è tutta sua".

Mezzo voto in più, il migliore di giornata, per Barella: "Nervi da scudetto, direttore d’orchestra pure in un primo tempo in cui il pallone sembrava pesare un po’ troppo. L’assist per Lautaro viene sprecato dal Toro, quello per Hakimi finirà nelle statistiche. In mezzo pure il solito supercross per Bastoni. Anima tricolore".