GdS - Juventus nodo Dybala, tra il reintegro e lo scambio con Icardi

La Juventus ha tentato di cedere Paulo Dybala senza successo. Per l'argentino si aprono vari scenari da qui al termine del mercato.
14.08.2019 11:15 di Luca Leoni Twitter:    Vedi letture
Fonte: La Gazzetta dello Sport

Paulo Dybala è stato vicino al Manchester United prima ed al Tottenham poi, con entrambe le squadre non è riuscito a trovare il giusto accordo economico per i diritti d'immagine. Ora la sua situazione è sotto osservazione, il mercato volge al termine ed i bianconeri dovranno trovare la soluzione migliore per l'argentino.

"Cosa ne sarà ora di Dybala? La logica tecnica dice che verrà tolto dal mercato. Con il preciso intento di rimetterlo a lucido, dandogli l’opportunità di ritrovarsi al fianco di Cristiano Ronaldo - scrive la Gazzetta dello Sport -. Uno scenario più che lineare, ma che non può essere dato per scontato. La Juventus ha bisogno di far quadrare i conti e in queste ultime settimane Fabio Paratici ha un obiettivo chiaro in testa: racimolare più soldi possibile. In quest’ottica, dunque, sarebbero ben accette anche nuove offerte per Paulo. Solo in soldi, ovvio. Ieri, ad esempio, s’era sparsa la voce di uno scambio con il Real Madrid: 25 milioni più James Rodriguez. Ma l’eventualità è stata esclusa dagli interessati".

"Un discorso a parte merita la pratica Icardi. I bianconeri hanno stretto un patto con lui e l’Inter lo darebbe volentieri per avere proprio Dybala. Dal punto di vista tecnico l’operazione potrebbe avere un senso, ma i vertici bianconeri non hanno alcuna intenzione di prenderlo in considerazione. Una determinazione che non può lasciare indifferente Icardi - si legge sulla rosea -. Maurito continuerà a rifiutare le soluzioni alternative che il suo attuale club gli sta mettendo sul piatto? Sembrerà strano, ma Paulo e Mauro (senza saperlo) sembra stiano giocando la stessa partita. Sinora hanno schivato il futuro, ma il 2 settembre ormai non è più lontano. E’ ormai alle porte l’ora delle grandi decisioni. Per tutti".