Rapid Inter, le scelte di Spalletti: si torna all’antico (GdS)

Rapid Inter, partita non scontata

Domani sera, alle 18.55, si terrà Rapid Inter, valevole per la gara di andata dei sedicesimi di Europa League. Sarà una preziosa occasione da sfruttare per l’Inter per continuare a vincere dopo l’ottima prestazione di Parma. Inoltre, sarà importante anche per Icardi, se dovesse giocare, per tornare al gol, che gli manca da sette partite.

I nerazzurri si troveranno davanti una squadra che nella Bundesliga austriaca non sta esattamente incantando: è infatti ottava, a nove punti dall’ultima in classifica. L’impegno quindi sembra di quelli semplici, guai però ad abbassare la tensione, squadre così vivono di questi cali di concentrazione. Sì perché il Rapid è una squadra maschia, tosta, che non sarà la più tecnica del mondo, ma fisicamente si fa sentire.

L’Inter, dal canto suo, dovrà rispondere alla fisicità austriaca con i suoi fuoriclasse, un po’ appannati al momento. Se però l’Inter fa l’Inter – questo il vero dubbio della vigilia – solo un paio di squadre possono impensierirla per la vittoria finale di questo trofeo che Suning vorrebbe tanto aggiungere alla bacheca societaria.

Le scelte di Spalletti

Rapid Inter sarà una partita complicata per i nerazzurri, anche perché dovranno rinunciare a due pilastri della squadra: Skriniar e Brozovic. In campo al loro posto, secondo la Gazzetta dello Sport in edicola oggi, ci saranno Miranda e Borja Valero, ormai completamente recuperato e a diposizione di Luciano Spalletti.

Quindi, i nerazzurri scenderanno in campo con un 4-2-3-1 con Handanovic tra i pali, Cedric, De Vrij, Miranda e Asamoah in difesa, Borja Valero e Vecino in mediana, Politano, Nainggola e Perisic sulla trequarti alle spalle di Icardi unica punta. Occhio perché il capitano nerazzurro potrebbe sedere in panchina e lasciare spazio a Lautaro Martinez. Intanto la squadra oggi, ore 15.30, partirà per la capitale austriaca.

Mauro Icardi Inter

Icardi, un gol per il rinnovo: domani occasione da sfruttare (CdS)

Rapid Inter, parla il grande ex Prohaska: “Andrei a Milano a piedi” (GdS)