Primavera Inter si conferma tra le top europee: ecco il progetto di Suning

Db Reggio Emilia 11/06/2017 - finale Campionato Primavera / Fiorentina-Inter / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Inter

Suning punta molto sul settore giovanile nerazzurro

Per il secondo anno consecutivo la Primavera dell’Inter trionfa all’Otten Cup confermandosi tra le maggiori potenze europee. Vittoria impreziosita anche dal premio assegnato a  Xian Emmers come migliore centrocampista della manifestazione.

E’ da numerose stagioni che la Primavera nerazzurra si distingue ottenendo risultati prestigiosi sia a livello nazionale che internazionale. Questo é la conseguenza dell’attenzione  che la societá ha sempre avuto per il settore giovanile. Dal canto suo Suning Sports punta molto sui giovani talenti ed ha confermato questa strategia con notevoli investimenti in acquisti di primissimo livello.

Molti meriti vanno indubbiamente al lavoro di Stefano Vecchi. L’allenatore si sta dimostrando uno dei migliori tecnici in circolazione, avendo anche ottenuto ottimi risultati quando ha temporaneamente guidato la prima squadra.

Oltre agli affermati gioelli Pinamonti e Vanheudsen che si stanno distinguendo anche con la prima squadra, Sabatini ha operato dei veri e propri colpi di mercato. dall’Entella è stato ingaggiato il centrocampista Zaniolo (classe 1999: 1,5 milioni di euro) mentre dal Lingbbyy (Danimarca) é stato prelevato il diciottenne attaccante Odgaard, (1,3 milioni). Dal Boca Juniors invece é arrivato Facundo Colidio, per averlo é stata bruciata la concorrenza della Juventus (6 milioni di euro).

Investimenti davvero notevoli che hanno portato all’Inter giocatori di qualitá molto interessanti in prospettiva futura, in linea con il progetto di Suning di investire notevolmente nei giovani per il futuro.