Inter, obiettivo 40 milioni. Ecco tutte le operazioni

Il mercato dell’Inter registra operazioni non solo in entrata (con gli arrivi di Shaqiri e Podolski) ma anche e soprattutto in uscita. L’obiettivo è recuperare circa 40 milioni, ed a spiegare quali potrebbero essere le operazioni per arrivare a tanto è il quotidiano torinese Tuttosport.

Tra mercato in uscita e contratti non rinnovati, i nerazzurri potrebbero trovare linfa per le casse e rientrare così nel tanto temuto FpF. Già ieri si sono registrati i primi contatti tra l’agente di Mbaye ed il Bologna, e si è raggiunto l’accordo per il prestito con riscatto obbligatorio in caso di promozione in A. Altro incontro quello tra la dirigenza interista e Taci (nuovo proprietario del Parma ndr) per Khrin, e discorso ben avviato col Genoa per il giovane Puscas.

Sempre sulla lista dei possibili partenti Guarin, su cui si registra l’interesse del Siviglia, mentre per Kuzmanovic c’è l’Amburgo. Direzione Premier League per M’Vila, per il francese il West Ham potrebbe spuntarla sul Qpr.

Altre entrate previste sono quelle provenienti dal Sunderland in caso di salvezza, 11mln per il riscatto di Ricky Alvarez, e 7 a fine stagione dal Sassuolo per Taider, mentre i mancati rinnovi di Campagnaro e Jonathan potrebbero portare un risparmio in termini di ingaggi.

Intanto, per quanto riguarda il rinforzo a centrocampo, l’Inter continua a lavorare per Mario Suarez. Ci sono stati ulteriori contatti con l’Atletico Madrid per provare a limare la differenza tra domanda ed offerta. I nerazzurri propongono un prestito oneroso da 2mln di euro con 11 di riscatto, novità potrebbero arrivare già nei prossimi giorni.

Vanheusden nel mirino dell’Inter

Guarin

CDS : nuovo tentativo del Siviglia per Guarin