Martinez svela: “Il Borussia Dortmund è venuto anche a casa mia, ma ho scelto l’Inter perché…”

Ai microfoni di Tyc Sports, Lautaro Martinez conferma una volta ancora in via ufficiosa il suo passaggio in nerazzurro

Lautaro Martinez, intervenuto in diretta a Sportia, programma di TycSports, è tornato a parlare del suo passaggio all’Inter e ha svelato un aneddoto sul Borussia Dortmund.

I tedeschi lo avevano in pugno qualche mese fa ma lo hanno perso quando ha deciso di rinviare la chiusura dell’affare. A quel punto, è intervenuta l’Inter, con il pressing decisivo di Ausilio ma anche di Zanetti.

E’ quasi tutto fatto con l’Inter, mancano alcuni dettagli che il mio agente risolverà nei prossimi giorni venendo a Madrid (dove l’Argentina sarà in ritiro per la partita contro la Spagna ndr) o viaggiando a Milano. Mancano solo le visite mediche. Restare al Racing? Quando si chiuderà il trasferimento, i due club decideranno quale sia l’opzione migliore per me”. 

L’aneddoto sul Borussia Dortmund

“La verità è che il Borussia si è interessato a me in passato, mi hanno visto giocare alla Bombonera, sono venuti anche a casa mia, abbiamo parlato ma mi hanno chiesto tempo. Noi li avevamo avvertiti che c’erano tante squadre su di me, che c’erano tante offerte. Loro hanno accettato questa situazione e io ho continuato a giocare con il Racing, cercando di dare il meglio”.

Si sono palesate tante squadre ma l’idea che mi ha convinto è stata quella dell’Inter, sono venuti a Buenos Aires con l’idea chiara di comprarmi. Questo mi ha colpito molto e ho deciso di andare all’Inter perché, oltre all’aspetto calcistico, so che lì c’è Javier Zanetti che ha mostrato molto interesse per me perché mi ha chiamato tantissime volte”.

Una Manica ampia come un Oceano

Skriniar: “Champions? Possiamo farcela. Prima la squadra…”