Mancini: “Concesso troppo ma alla fine potevamo vincere, Perisic ha qualità straordinarie, Kondo fuori per problemi fisici”

Roberto Mancini intervistato da Premium Sport, al termine della partita, commenta la prestazione dei suoi:

“All’inizio abbiamo concesso due-tre contropiedi dove loro potevano fare gol su errori nostri, nella ripresa, abbiamo fatto meglio e alla fine ci poteva stare il 2-1. Ma la Samp è un’ottima squadra ed è andata così”.

Perché ero arrabbiato? “Nel primo tempo eravamo lenti a girare la palla e facevamo poco movimento. La Samp poi è un po’ calata, noi eravamo più alti e non davamo possibilità di ripartire facilmente. Abbiamo allargato il gioco mettendo Biabiany a destra. Con i due nuovi innesti la partita è cambiata”.

Performance di Perisic? “Partendo da centrale è andato tantissime volte a sinistra, lui ha le qualità per farlo. Ha fatto benissimo anche partendo da mezzapunta. Sappiamo benissimo che Perisic è un esterno ma finché non recuperiamo al 100% Biabiany non abbiamo un altro esterno”.

La prova di Kondogbia? “Aveva un problema fisico, stavamo cambiando Felipe ma lui ci ha detto che non stava bene. Geoffrey può fare meglio, ha un po’ più di difficoltà perché ha sempre giocato con un altro centrale. Ora ha gli spazi un po’ ridotti. Stavo cambiando Felipe perché l’ho visto in difficoltà, non avendo fatto la preparazione ci può stare”.

Trentacinque i cross portati in area dai nerazzurri: “Penso infatti meritassimo di vincere, ma né Guaro ne Kondogbia entravano in area per fare gol. Geoffrey migliorerà questa qualità”.

Perché Ljajic è entrato tardi? “Abbiamo avuto un problema con Murillo e avevamo paura si facesse male. Questa è stata una buona partita, soprattutto nel secondo tempo. Il pareggio ci sta, l’importante è aver finito in crescendo e soprattutto non perdere oggi. Per come si era messa c’era anche questo rischio “.

Sampdoria – Inter : il tabellino del match

Santon

Santon : “Dopo il gol abbiamo reagito”