Lazio-Inter, Zaccheroni: “De Vrij? Io non avrei problemi a schierarlo”

Zaccheroni: “La Lazio non deve gestire la partita”

Alberto Zaccheroni, ex allenatore di Inter e Lazio, parla della sfida di domenica sera, 20 maggio, all’Olimpico. Il professionista conosce bene entrambe le compagini e dice la sua anche in merito alla situazione De Vrij, laziale promesso sposo alla stessa Inter. “Dipende dal carattere del giocatore, io non avrei problemi a schierarlo. Quando ero all’Udinese Bierhoff giocò contro il Milan, anche se l’anno dopo avrebbe vestito la maglia rossonera. Il possibile errore del centrale olandese? Gli errori li fanno tutti e non conta l’umore dei tifosi, ma il risultato alla fine. Piuttosto la Lazio non deve pensare di gestire la partita, altrimenti ripete lo sbaglio dell’Inter del 5 maggio 2002: me la ricordo bene quella partita, ero sulla panchina della Lazio, i nerazzurri credevano di passeggiare e persero lo scudetto” – ha affermato l’ex tecnico -.

Lo spareggio Champions vale tanto, tantissimo, 40 milioni per essere precisi. Il fascino della Coppa dalle grandi orecchie è fondamentale, farebbe la differenza in ogni club dal punto di vista economico e di mercato. Le scelte, le decisioni relative alla programmazione delle varie trattative dipendono dalla qualificazione alla coppa europea per eccellenza. Spalletti recupera una pedina fondamentale per la partita che vale una stagione. Si tratta di Gagliardini, mediano che riprenderà il suo posto al fianco di Brozovic.

Fisico, tecnica e l’intesa con Brozovic

Gagliardini, centrocampista nerazzurro di 24 anni, torna a disposizione di Spalletti dopo essersi infortunato durante il match casalingo con il Cagliari. L’ex Atalanta è un recupero importante perchè è un giocatore completo. L’azzurro garantisce quantità, qualità e, soprattutto, ha un ottima intesa con Brozovic.

Il croato ritrova il suo partner di mediana dopo aver giocato con Borja e Vecino, i quali sono stati alternati dal manager di Certaldo nelle ultime gare di campionato. Gaglia torna giusto in tempo per la “finale” europea dell’Inter.

L’attesa è snervante. Il destino di due squadre è appeso ad un filo, poichè dipende dagli ultimi ’90 minuti di gioco. I tifosi, di entrambe le compagini, si attendono una partita scoppiettante, ricca di emozioni.

Anche Miranda torna titolare?

Spalletti sta valutando anche Miranda. Negli ultimi allenamenti, l’allenatore di Certaldo lo ha tenuto sotto stretta osservazione. Il brasiliano potrebbe partire dal primo minuto contro Immobile e compagni.

Inter, Marcelino: “Kondogbia al Valencia? Come se fosse un affare fatto”

Inter, ecco la strategia per soffiare Barrow alla concorrenza