SuperLega, Sabatini: "Stanno uccidendo il calcio. Un ritorno al feudalesimo"

L'ex dirigente dell'Inter, Walter Sabatini, ha parlato della creazione, da parte di dodici club europeri, della SuperLega
19.04.2021 22:00 di Gianfranco Rotondo   Vedi letture
Fonte: Radio Kiss Kiss

Intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss, il dirigente del Bologna ed ex dirigente dell’Inter, Walter Sabatini, ha parlato della creazione della Superlega.

Ecco le sue parole: “Stanno uccidendo il calcio. Il calcio è uno sport popolare che si gioca in strada prima di tutto. Questa è la mia posizione personale. Questa vicenda mi fa schifo, è un ritorno al fadaulesimo. Spero che Fifa e Uefa difendano il calcio”.

L’ex Roma ha continuato: “Il calcio resisterà anche a questo attacco. Resterà ferito in maniera grave ma il calcio scorre nelle vene delle persone. È una scelta insopportabile che spinge all'indietro, non in avanti. Spero di parlarne per l'ultima volta oggi. Viene disatteso il merito sportivo".