Lazio-Inter: Inzaghi alle prese con i problemi in attacco, la situazione

Il tecnico nerazzurro dovrà prendere delle decisioni complicate e ponderate, visto che il reparto avanzato sta avendo più di qualche problema
13.10.2021 20:45 di Gianfranco Rotondo   vedi letture

Simone Inzaghi alle prese con le scelte in attacco in vista di Lazio-Inter.

L'allenatore nerazzurro, dopo il rientro dei propri calciatori dagli impegni con le rispettive nazionali, dovrà sciogliere i dubbi per quanto riguarda il reparto avanzato dell'Inter in vista del tour de force che, nelle prime tre gare post-pausa, lo vedrà impegnato contro Lazio, Sheriff e Juventus. Una serie molto fitta di partite, che delineeranno in maniera importante quali potranno essere gli obbiettivi stagionali dell'Inter in vista di questa stagione. Ma per puntare al massimo, c'è bisogno della presenza di un organico al completo e che possa offrire una varietà di soluzioni importante. La situazione, però, sotto questo aspetto, non sorride affatto ad Inzaghi che si troverà obbligato a fare certe scelte soprattutto per quanto riguarda il reparto avanzato.

A partire dal suo pupillo, Joaquin Correa che, a parte la doppietta contro il Verona nel suo esordio stagionale, non è stato quasi mai presente in campo a causa di problemi fisici avuti prima a causa di un forte contrasto con il difensore del Bologna, Lorenzo De Silvestri; l'altro, ed è la notizia degli ultimi giorni, per un acutizzarsi di un problema fisico avuto con la nazionale argentina il quale, a sua, sembra meno grave di quello che era stato paventato all'inizio. Non solo, ma anche il resto del reparto non se la passa meglio, visto che il connazionale di Correa, Lautaro Martinez, ha avuto anche lui un problema fisico che lo ha costretto a saltare la prima partita con l'albiceleste, ma, dopo aver giocato la seconda partita, probabilmente scenderà in campo anche nella terza. La domanda, dunque, sorge spontanea: in che condizione arriverà a Milano il Toro, visto che atterrerà soltanto alcune ore prima della gara contro la Lazio?

Altro problema è la stanchezza di Edin Dzeko che, alla luce dei suoi 35 anni, non può certo tenere i ritmi che sta mantenendo in questo periodo giocando tutte le partite sia in maglia nerazzurra che con quella della sua Bosnia. Un giocatore prezioso, che oggi è il capocannoniere dell'Inter e della Serie A, ma che di certo dovrà rifiatare per evitare problemi successivamente. C'è anche il giovane Satriano, ma non ha ancora dimostrato in campionato di poter partire titolare in una squadra come l'Inter, rivelandosi ancora un po' acerbo e bisognoso di giocare anche in palcoscenici minori. Infine, Alexis Sanchez. Dopo la polemica social per il mancato impiego contro il Sassuolo, il cileno ha sempre giocato anche con la propria nazionale, ma le voci di mercato sul suo conto non si placano e a gennaio potrebbe davvero avverarsi quella risoluzione contrattuale che accontenterebbe sia lui che la società.

Insomma, pochi giorni e sarà il momento delle decisioni definitive, in un contesto che non permette errori, Inzaghi deve darsi da fare con quel che ha in mano, in una situazione sicuramente non semplicissima. A partire dalla Lazio, sua ex squadra, che dopo la sconfitta contro il Bologna, vorrà ritornare a far vedere di essere la squadra ammirata nel derby e capace di mettere in difficoltà tutte le squadre.