L'importanza di chiamarsi campioni. Ecco cosa cambierebbe con il titolo

Inter, continua la rincorsa al 19esimo titolo della storia nerazzurra, con il match di questa sera che sembra avere un peso importante
07.04.2021 15:35 di Candido Baldini   Vedi letture

Inter, continua la rincorsa al 19esimo titolo della storia nerazzurra, con il match di questa sera che sembra avere un peso importante, visto che un'eventuale vittoria allungherebbe la distanza dalle inseguitrici. Ma cosa cambierebbe la vittoria dello scudetto? Sicuramente tra i vari aspetti degni di nota va registrato che per molti giocatori avverrebbe ciò che è stato sfiorato un'estate fa. L'Inter è stata sconfitta in finale di Europa League dal Siviglia, ed è mancato il primo trofeo dopo 10 anni di astinenza. Ma non solo. Per molti giocatori si sarebbe trattato del primo titolo in carriera.  vincere titoli, soprattutto se si tratta di un qualcosa di importante come uno scudetto, incrementa in maniera importante la crescita mentale e la maturità dei giocatori.

Aspetto che assume ancora più importanza se si tiene conto che nel gruppo nerazzurro ci sono molti giocatori giovani. Basti pensare a Bastoni, Barella, Lautaro Martinez, Skriniar. Tutti giocatori che si trovano alla prima esperienza in un grande club. ma anche se si prendono in considerazione Lukaku e Hakimi, che hanno un background di maggior spessore, la storia non sembra cambiare molto. Il palmares dell'attaccante conta un campionato belga e una coppa inglese. Il marocchino invece ha vinto appena due Supercoppe. Ma estendendo il discorso oltre il fattore anagrafico anche De Vrij, Handanovic e Brozovic hanno vinto pochissimo.

Lo stesso Eriksen fuori da casa sua, in cui ha vinto tre campionato olandesi, ha raccolto un bottino abbastanza magro. Gli unici della attuale rosa nerazzurra ad avere un palmares più abbondante sono Sanchez, Perisic e Vidal. Per dei giocatori quindi che stanno avendo una crescita importante dal punto di vista tecnico fare anche questo step a livello di esperienza (già a questa età), aggiungendo anche quel "pelo sullo stomaco" alle doti già in loro possesso sarebbe un fattore molto importante. E l'Inter si ritroverebbe con un bagaglio non da poco, potendo contare su giocatori con una luinga carriera davanti ma che già sanno cosa vuol dire vincere. C'è presente quindi in casa nerazzurra, ma c'è soprattutto futuro.