Inter, tante le opzioni a centrocampo per Antonio Conte

Grande abbondanza in mezzo al campo per Antonio Conte, con Vidal che può garantire diverse soluzioni tattiche. E se arrivasse Kantè...
24.09.2020 13:00 di Federico Cimolai   Vedi letture
Fonte: La Gazzetta dello Sport

Le richieste di Conte sono state esaudite. Il tecnico aveva chiesto abbondanza per il centrocampo, memore dei contrattempi della scorsa stagione che hanno lasciato l'Inter scoperto nei ruoli della mediana. Ora di abbondanza ce ne a sufficienza. Sette uomini per tre maglie. Con il ruolo di trequartista che può diventare fondamentale. La sfida al momento è tra Stefano Sensi e Christian Eriksen, almeno per questa prima giornata. Ieri il danese è stato provato dietro a Lukaku e Lautaro.

E pi c'è Vidal, il più duttile. Il cileno è l'unico umo che può trasformare il 3-5-2 in 3-4-1-2 e viceversa. E' ancora fisicamente indietro, non avendo fatto amichevoli, ma sarà senza dubbio un titolare in questa Inter. Non è assolutamente detto, anzi sembra essere tutto il contrario, che Vidal tolga spazio ad Eriksen e Sensi. Il cileno potrebbe abbassarsi affianco a Barella nei due in mezzo lasciando spazio ai talenti del danese o dell'ex-Sassuolo sulla trequarti.

Vidal viene definito assaltatore, Sensi velocità nell'esecuzione, Eriksen è quello che può dare la soluzione con un tiro da fuori negli ultimi 20 metri. Conte ha diverse soluzioni a disposizione che sceglierà volta per volta, osservando anche le caratteristiche dell'avversario. Con una squadra che possiede il regista basso, Vidal è quello che serve per infastidirlo, con avversari schiacciati Sensi sarà fondamentale, come nella prima parte della scorsa stagione, nel ruolo di pendolo fra mezzala e trequartista. Con squadre che giocano con uomini in linea in mezzo al campo, Eriksen può esaltare le sue qualità, muovendosi co più libertà e senza la pressione asfissiante di un uomo addosso.

Viene da dire beata abbondanza, che è poi lo step che si richiedeva all'Inter e che la squadra nerazzurra sta facendo. La squadra può diventare meno prevedibile per gli avversari, come invece non è accaduto la scorsa stagione. Se l'Inter dovesse inserire Kantè, i trequartisti potrebbero ancora di più essere messi in risalto. L'Inter ci sera, anche se il tempo passa. Servono due cessioni top (Skriniar e Brozovic?) per arrivare al francese del Chelsea. Nel mercato, però, tutto può succedere.