Inter-Spezia, le pagelle: i nerazzurri incantano a San Siro!

L'Inter vince anche contro lo Spezia e vola in classifica. In gol Gagliardini e Lautaro: le pagelle di tutti i nerazzurri in campo stasera.
01.12.2021 21:00 di Antonio Russo   vedi letture

L'Inter vince anche contro lo Spezia, e per il momento si porta a -1 dal Napoli capolista, superando anche il Milan. Una partita senza storia quella di San Siro, dove i nerazzurri dominano dal primo all'ultimo minuto, lasciando praticamente nulla agli avversari. Tutti promossi, con una menzione d'onore per Perisic, Calhanoglu e Dimarco. Di seguito le pagelle.

HANDANOVIC 7: Una sola parata degna di nota, ma tremendamente decisiva. Sul finire del primo tempo, il capitano si supera in controtempo su un colpo di testa avversario, permettendo all’Inter di restare in vantaggio. Quando è in giornata fa ancora la differenza.

D’AMBROSIO 7: Chiamato in causa a causa del forfait all’ultimo di Bastoni, il buon Danilo dà vita a una partita perfetta. Perfetto in fase difensiva e tremendamente pungente in fase di spinta con le sue incursioni in mezzo al campo. Un giocatore importante che adesso si candida a un ruolo da protagonista nell’Inter di Inzaghi.

SKRINIAR 6,5: Oggi nel ruolo di regista arretrato a causa delle assenze, ma non soffre minimante il cambio di zolla d’azione. Puntuale e pulito su tutti gli interventi come suo solito: una delle certezze di questa squadra.

DIMARCO 7: Partitazo del canterano nerazzurro, che a tratti sembra un’ala più che un terzo di difesa. Mai statico, semina lo scompiglio nella retroguardia ligure con le sue incursioni, per non parlare delle solite palle da fermo tremendamente precise.

DUMFRIES 6,5: Ottima prova dell’olandese, chiamato al non facile compito di sostituire Darmian. Partita amministrata bene nella sua zona di competenza, con alcune galoppate degne di nota e potenzialmente fatali per gli ospiti. Ancora un po’ di timidezza in alcune occasioni, ma solo giocando potrà superare questa fase d’ambientamento.

GAGLIARDINI 7: Quando il numero 5 vede una squadra ligure, ormai abbiamo la certezza che timbrerà il cartellino. Ottima prova quella di Gagliardini, a cui va il merito di aver sbloccato la partita con un tiro al volo dal limite dell’area. Superato a pieni voti l’esame della titolarità.

BROZOVIC 7: Le sue prestazioni sfiorano sempre l’eccellenza, a maggior ragione oggi, con lo Spezia che non ha mai provato a mettere i bastoni tra le ruote alle sue giocate. Il perno su cui ruota tutta la squadra, l’unico probabilmente davvero insostituibile.

CALHANOGLU 7: Partita monumentale del turco, che dà seguito alle recenti ottime uscite. Lo trovi praticamente ovunque: in regia ad aiutare Brozovic, sulla mediana a recuperare palloni, e infine sulla trequarti ad inventare geometrie per i rifinitori. Un vero e proprio tuttocampista.

PERISIC 7,5: Onnipresente, sulla fascia e anche in area avversaria. Ivan è come il buon vino: migliora con l’età e, anzi, migliora di partita in partita. In questo momento probabilmente è l’uomo in più dell’Inter, che con lui attacca con un attaccante in più e difende con un difensore in più.

CORREA 6,5: La partita del tucu forse va sezionata. Dal punto di vista individuale, incanta grazie a giocate di rara bellezza, e va più volte vicino al gol prendendo anche una traversa che ancora trema. Manca ancora dal punto di vista collettivo, non riuscendo quasi mai a intendersi con il compagno di reparto o con gli altri nerazzurri che gravitano intorno a lui.

LAUTARO 7: Segna dal dischetto il gol della sicurezza per l’Inter, e già questo basta per meritare un voto alto in pagella. Per il resto, una prova piena di impegno per il toro, ma forse poco presente in area di rigore.

Dalla panchina:

(Dal 69’) SENSI 6,5: Ottimo il ritorno in campo di Stefano Sensi, che per venti minuti si diverte e fa divertire il pubblico con il suo tocco delicato. La speranza è sempre che il suo fisico regga.

(Dal 73’) DZEKO 6: Ottimo lavoro anche per il bosniaco, che con i suoi centimetri riesce sempre a far salire la squadra.

(Dal 73’) SANCHEZ 6,5: Entra con la voglia di spaccare il mondo, e a tratti fa vedere tutte le sue qualità. Vuole giocare, si vede, e sicuramente avrà le sue occasioni.

(Dal 87’) Vecino 6: Giusto il tempo di concedere la standing ovation a Brozovic.

(Dal 87’) Vidal 6: Ha sui piedi il colpo del 3-0, ma non riesce a concludere a rete.