Inter news: Vidal e Calhanoglu, una poltrona per due. Gerarchie stravolte?

Inzaghi ha questo ballottaggio da sciogliere in vista del Derby d'Italia di San Siro contro la Juventus. Il cileno è in ottime condizioni
22.10.2021 19:00 di Nicolò Toccaceli   vedi letture

Inter news: mancano due giorni alla gara più attesa dell'anno.

Trascorsa ormai la vittoria in Champions League contro i moldavi dello Sheriff Tiraspol, l'Inter ha ora nel mirino il big match di domenica sera in Serie A: i nerazzurri ospiteranno la Juventus nella 9ª giornata della Serie A 2021/22 (qui tutte le informazioni sul match), e giungono buone notizie dall'infermeria interista. L’allenatore Simone Inzaghi, infatti, potrà probabilmente contare anche su Hakan Calhanoglu: il centrocampista ex Milan ha recuperato dal fastidio alla caviglia che l'ha tenuto fuori dall'impegno Champions, e si è in questi giorni regolarmente allenato al Centro Sportivo Suning. In ogni caso potrebbe comunque partire dalla panchina, dato che Arturo Vidal potrebbe spuntarla nella corsa per una maglia da titolare contro la Juventus.

La prestazione positiva – con tanto di gol decisivo siglato – di martedì a San Siro potrebbe aver cambiato le gerarchie con il cileno assetato di rivincita e riscatto. Ci tiene di certo a far bene contro la sua ex squadra, che ha già punito lo scorso anno, e in generale a dimostrare di essere ancora un giocatore in grado di poter di fare la differenza.

Calhanoglu garantisce un ottimo piede e senso della posizione, rispetto al cileno, e rappresenta un’arma nei piazzati, specie in assenza di Dimarco (qui il nostro focus sull'ex Hellas), altro protagonista da fermo. Ma Vidal è in ottime condizioni mentali e fisiche, e anche se il suo dinamismo non è più quello di una volta, ha comunque dimostrato di essere un fattore grazie alla sua grinta e alla sua capacità di abbinare fase offensiva e difensiva, certamente più del turco.

Vidal e Calhanoglu, una poltrona per due che metterà Inzaghi in difficoltà da qui alla fine. Chi vi si siederà nel Derby d’Italia?