Inter news: tantissimi aggiornamenti dall'infermeria per Inzaghi

Alla vigilia della gara di Empoli, il tecnico deve fare i conti con infortuni e recuperi. La formazione titolare, per ora, è un rebus
26.10.2021 06:45 di Matteo Gardelli   vedi letture

Inter news: arrivano tantissimi aggiornamenti dall'infermeria per Simone Inzaghi.

"La buona notizia è che Joaquin Correa è recuperato" scrive il Corriere dello Sport in edicola oggi, martedì 26 ottobre. "Arturo Vidal potrebbe esserlo. Ivan Perisic sta bene, ma probabilmente - anticipa il quotidiano - lascerà il posto a Federico Dimarco". Insomma: la vigilia di Empoli-Inter (gara in programma mercoledì, fischio di inizio ore 20.45) sembra essere portatrice di sorrisi per il tecnico nerazzurro. "A Inzaghi, che domani sarà in tribuna (il tecnico è stato infatti squalificato come vi abbiamo aggiornato in questo articolo, ndr), il compito di trovare una quadratura. Che gli consenta anche di non subire rimonte da parte degli avversari. In questo senso - fa notare Pietro Guadagno nel suo articolo -, si sta verificando una sorta di contrappasso, visto che la sua Lazio aveva come marchio di fabbrica la capacità di recuperare il risultato nei minuti finali".

L'Inter è ora chiamata a due sfide da non sbagliare: Empoli, appunto, poi la gara interna con l'Udinese (in programma domenica, fischio d'inizio ore 12.30). "Sono obbligatori i sei punti - scrive il Corriere dello Sport - ma sono le uniche gare in cui Inzaghi potrà fare un po' di turnover, tra difesa e, magari, attacco". Se è vero che il distacco dalla coppia di testa, formata da Milan e Napoli, è di sette punti è altrettanto vero che, a oggi, l'Inter ha gli stessi punti dello scorso anno. "Vale a dire - ricorda il quotidiano sportivo - 18 in 9 giornate. Volendo, qualche numero è pure migliore, come i gol segnati, uno in più (24 contro 23), e quelli subiti uno in meno (12 contro 13)". Però c'è, secondo il Corriere dello Sport, una sostanziale differenza. Quale? Quella dei punti di distacco dalla vetta: oggi, come anticipato, sono sette mentre un anno fa erano cinque. In questo periodo, poi, Antonio Conte aveva già cambiato volto e innescato due vittorie consecutive che, poi, sarebbero diventate otto...