Inter, in questa stagione nove gol "nuovi": Sensi e Lukaku i primi marcatori

Inter, sono diciotto i marcatori in questa stagione. Da agosto a marzo sono nove le reti segnate dai nuovi arrivi, Sensi e Lukaku i primi
04.06.2020 17:00 di Giovanni Benvenuto   Vedi letture
Fonte: Inter.it

In questa stagione sono nove i gol segnati dai nuovi arrivi in casa Inter. Il sito ufficiale Inter.it  svela i calciatori che hanno trovato la rete per la prima volta con la maglia nerazzurra, in un'annata che ha visto finora diciotto marcatori differenti. Sensi e Lukaku i primi marcatori: i due hanno scritto il loro nome sul tabellino durante la sfida casalinga inaugurale del campionato contro il Lecce. Nell'era dei tre punti a vittoria (stagione 1994/95) non era mai capitato che due nuovi giocatori segnassero all'esordio con la maglia interista.

Successivamente, in ordine cronologico, è toccato all'ex Cagliari Nicolò Barella scrivere il suo nome tra i marcatori: il centrocampista ha salvato i nerazzurri dalla debacle contro lo Slavia Praga nel primo incontro della fase a gironi di quest'anno della Uefa Champions League. Prima di lui è stato Zappacosta a segnare all'esordio nella competizione europea, precisamente nel 2017 con il Chelsea a quei tempi allenato dall'attuale tecnico dell'Inter Antonio Conte.

Poi il turno di Alexis Sanchez: il cileno ha segnato contro la Sampdoria in trasferta dopo 3121 giorni dal suo ultimo gol nel nostro campionato. Menzione speciale anche per Sebastiano Esposito: a soli 17 anni è diventato il secondo più giovane marcatore nella storia del club realizzando un penalty nella sfida contro il Genoa. Dopo di Lui Corso, Balotelli, Campatelli e Cesati. Successivamente Bastoni contro il Lecce e Ashley Young in occasione del match contro la Lazio. Per Young si è trattato del primo sigillo per un inglese dopo quello di Paul Ince nel 1997. A concludere l'elenco dei "nuovi" cannonieri sono Christian Eriksen (con un destro dal limite dell'area contro il Ludogorets) e Cristiano Biraghi (anche lui a segno contro la formazione bulgara).