Inter, "fallimento causa mancanza di coraggio", la società deve crescere

Libero analizza le cause della sconfitta con il Barcellona parlando di fallimento. Le cause sono diverse: personalità, rosa
11.12.2019 21:06 di Mario Spolverini   Vedi letture

Fallimento, di questo si parla oggi dopo la sconfitta con il Barcellona. L'Inter è prima in serie A, la super corazzata bianconera insegue a due punti,  gioca da mesi senza i suoi migliori interpreti a centrocampo, eppure si parla di fallimento. 

A farlo sono in diversi, uno tra i quali il quotidiano Libero secondo cui i nerazzurri non hanno ancora feeling con la Champions. “È mancata l’Inter e il suo spirito operaio. È come se la squadra di Conte fosse stata stritolata dalla tensione ". Secondo il quotidiano, l'Inter ha peccato di cattiveria e convinzione non di eccesso di rispetto per i blaugrana. L'andata, quella splendida ora giocata al Camp Nou giocata dai ragazzi di Conte aveva dimostrato che non c'era alcun timore reverenziale. Dunque la ragione del flop di ieri è da ricercare nella personalità ancora non sufficiente del gruppo nel momento decisivo.

Altra spiegazione è da ricercarsi nella costruzione della rosa. “L’Inter dipende da Lautaro e Lukaku, non solo nei gol ma nel gioco,ha bisogno di recapitare molti palloni in attacco, di sollecitarli, di obbligarli ad entrare in partita ma vanno messe nel conto del lavoro in funzione di un centrocampo troppo leggero. Vecino e Borja Valero sono stati infatti un dazio, soprattutto perché insostituibili. Se arrivi alla partita decisiva con questi giocatori, e questi soltanto, vuol dire che c’è stata sfortuna ma anche qualche errore nella costruzione della rosa. Conte ha anche inserito ciò che aveva, per non avere rimpianti, ma aveva poco o nulla. L’uscita dell’Inter è il risultato di una mancanza di coraggio e di alternative, vuol dire che deve ancora crescere la squadra ma anche la società nel rinforzare la squadra stessa“.