(Inter) Esposito ha una convinzione feroce: "posso essere un leader"

Sebastiano Esposito è diventato un punto fermo nella rosa di Antonio Conte dopo gli infortuni di Alexis Sanchez e Matteo Politano
07.11.2019 19:55 di Mario Spolverini   Vedi letture

Dopo l'infortunio di Alexis Sanchez, Sebastiano Esposito è diventato insostituibile nella rosa già corta a disposizione di Antonio Conte, tanto da convincere la Nazionale a lasciarlo in Italia in vista del Mondiale Under 17 che si sta svolgendo in questi giorni in Brasile.

Dopo il crack subito dalla caviglia di Matteo Politano martedì sera a Dortmund, il giovane talento campano diventa ancor più importante per la squadra, restando l'unico attaccante a  oltre a Lautaro Martinez e Romelu Lukaku.

La rivista Undici ha dedicato un lungo articolo a Sebastiano Esposito ed ai suoi fratelli Salvatore e Francesco, tutti impegnati nel mondo del calcio. Il giovane attaccante dimostra anche in questa occasione tutta la sua maturità e la consapevolezza di quanto sia fondamentale per lui questo momento.

"Mi rendo conto  che quest’anno è cruciale, più delicato degli altri anni. Posso sbagliare molto meno. Meno sbagli, più possibilità di carriera. Io il volto di una generazione? Potrei esserlo, posso essere un leader della mia Nazionale, dell’Under 18, della Primavera dell’Inter. Allo stesso tempo devo dimostrare ogni volta che me lo merito"