Inter, Dzeko uomo Champions: nessun rimpianto per Lukaku

Il bosniaco è stato senza dubbio il giocatore decisivo per il passaggio agli ottavi di finale. Il belga è ormai dimenticato
25.11.2021 17:00 di Vincenzo Mirto   vedi letture

Inter, i nerazzurri riescono a centrare l’obiettivo ottavi di finale di Champions League grazie alla vittoria di ieri sera contro lo Shakhtar firmata da Edin Dzeko, sempre più trascinatore della rosa.

Il bosniaco, dopo aver sprecato diverse occasioni nella prima frazione di gioco, nella ripresa ha realizzato una doppietta che ha steso gli uomini di Roberto De Zerbi e sfatato il tabù Shakhtar Donetsk. Due gol che gli consentono anche di arrivare già in doppia cifra in questa stagione, 7 in campionato e tre Champions League, e che spazzano definitivamente i rimpianti per la cessione di Romelu Lukaku. Edin Dzeko si è ormai preso l’Inter a suon di gol e a differenza del belga si è rivelato è stato in grado di trascinare la squadra agli ottavi, un traguardo che i nerazzurri non raggiungevano da ben 10 anni (qui il focus sull’ultima qualificazione interista).

Nelle ultime stagioni, sotto la guida di Antonio Conte, Romelu Lukaku ha spesso deluso nelle sfide importanti, specialmente in Europa. Basti pensare alla finale di Europa League contro il Siviglia o alle ultime due sfide da dentro o fuori in Champions. La passata stagione realizzò nella fase a gironi 4 reti, tutte contro il Borussia M’Gladbach tra andata e ritorno e steccò alla grande il match decisivo contro lo Shakhtar della passata stagione. Nel suo primo anno in nerazzurro, invece, realizzò soltanto 2 reti ai gironi fallendo i match contro Real Madrid e Borussia Dortmund. C’è comunque da sottolineare il suo fantastico rendimento in Europa League nella stagione 2019/2020 dove segnò in tutte le 6 partite disputate ma fallì la partita più importante.