Inter, due settimane di fuoco tra ex e big match: lo scenario

Arrivano lo Spezia di Thiago Motta, la Roma di Mourinho, Real Madrid e infine il Cagliari di Mazzarri. Tempo di turnover per Inzaghi
29.11.2021 16:00 di Nicolò Toccaceli   vedi letture

Inter, iniziano due settimane di fuoco.

Dopo la convincente – ma comunque sudata – vittoria contro l’ottimo Venezia allenato da Paolo Zanetti, per Inzaghi si prospetta un periodo piuttosto complesso. Mercoledì a San Siro arriverà lo Spezia del mai dimenticato ex Thiago Motta, gara in cui per forza di cose sarà necessario un po’ di turnover per permettere all’intera rosa di rifiatare e risparmiare qualche minuto (leggi qui le probabili formazioni). Scalpitano per giocare D’ambrosio, Dumfries e Vidal, con Dimarco e Correa che possono ancora partire dal primo minuto (per l’ex canterano, due possibilità: da terzo centrale come a Venezia, o da esterno con Perisic dalla panchina).

Questo alla luce degli impegni che arrivano subito dopo. Sabato alle 18 infatti i nerazzurri saranno impegnati nella Capitale per la sfida alla Roma, allenata da un altro celebre ex, José Mourinho. Gara certamente complessa per i campioni d’Italia, sebbene il portoghese dovrà rinunciare al vero trascinatore di questo inizio di stagione, Lorenzo Pellegrini, infortunatosi nuovamente nella sfida di ieri contro il Torino: per il capitano giallorosso circa un mese di stop.

Prima della sfida al terzo ex, Mazzarri ed il suo Cagliari, di domenica 12 dicembre poi, ecco il proibitivo impegno di Madrid contro il Real di Carlo Ancelotti. Martedì 7, infatti, al Bernabeu verrà decisa la testa del gruppo Champions nerazzurro, con entrambe le formazioni già qualificate agli ottavi di finale. Impresa davvero complicata considerato che Inzaghi dovrebbe andare a vincere in casa dei Blancos, ma la gara d’andata, nonostante il risultato finale, aveva mostrato un’ottima Inter.

Tempo dunque di scelte, turnover, e verdetti: la stagione sta entrando completamente nel vivo.