Inter, date e orari delle partite di campionato: si inizia il 21 giugno

La Lega Serie A ha comunicato le date e gli orari dei match di campionato dalla 27esima alla 35esima giornata, compresi i recuperi della 25esima
01.06.2020 20:45 di Davide Currenti   Vedi letture
Fonte: inter.it

Si torna in campo. La serie A è pronta a ripartire. L'Inter di Antonio Conte scenderà in campo domenica 21 giugno alle ore 21:45 contro la Sampdoria, match di recupero della 25esima giornata.

La Lega Serie A ha comunicato date e orari. La società nerazzurra ha riportato il tutto sul proprio sito ufficiale. 

Questo il comunicato: " La Lega Serie A ha comunicato giorni e orari di gara relativi alle giornate dall'27ª alla 35ª di Serie A, oltre ai recuperi della 25ª giornata. Come da comunicazione della Lega di Serie A, il documento è subordinato all'intervento normativo del Governo che autorizzi la ripresa delle competizioni sportive. L'Inter tornerà in campo domenica 21 giugno alle 21.45 al 'Meazza' per il recupero della sesta giornata di ritorno contro la Sampdoria. Recupero 25ª giornata domenica 21 giugno ore 21.45 Inter- Sampdoria, 27ª giornata mercoledì 24 giugno ore 19.30 Inter-Sassuolo, 28ª giornata domenica 28 giugno ore 21.45 Parma-Inter, 29ª giornata mercoledì 1 luglio ore 19.30 Inter-Brescia, 30ª giornata domenica 5 luglio ore 17.15 Inter-Bologna, 31ª giornata giovedì 9 luglio ore 21.45 Hellas Verona-Inter, 32ª giornata lunedì 13 luglio ore 21.45 Inter-Torino, 33ª giornata
giovedì 16 luglio ore 21.45 SPAL-Inter, 34ª giornata domenica 19 luglio ore 21.45 Roma-Inter, 35ª giornata mercoledì 22 luglio ore 21.45 Inter-Fiorentina, 36ª giornata da confermare Genoa-Inter* (tra venerdì 24 e lunedì 27 luglio), 37ª giornata da confermare Inter-Napoli* (tra martedì 28 e giovedì 30 luglio), 38ª giornata domenica 2 agosto ore 21.45 Atalanta-Inter **(in conformità alle previsioni regolamentari interne, le 10 gare previste in contemporanea per l'ultima giornata potranno essere disputate in blocchi differenti, nel caso in cui non si renda necessaria la contestualità di tutte le gare)".