InterNazionale, la storia degli italiani in nerazzurro è cambiata totalmente

Quest'oggi analizzeremo l'evoluzione del "clan" degli italiani all'interno del gruppo squadra Inter partendo dalla stagione 2015/2016.
18.04.2021 13:00 di Simone Salines Twitter:    Vedi letture

Se negli ultimi 10 anni l'Inter è stata sempre additata come squadra eccessivamente "straniera", da un paio di stagioni a questa parte il club nerazzurro ha tratto beneficio da molti calciatori italiani.

Il gruppo degli argentini composto da Walter Samuel, Javier Zanetti, Esteban Cambiasso, Diego Milito, ecc. ha guidato la rosa per diversi anni, ma quest'oggi analizzeremo gli azzurri presenti in squadra nell'Inter partendo dalla stagione 2015/2016 dove gli italiani in rosa erano Samuele Longo, Ezequiel Schelotto, Davide Santon, Andrea Ranocchia, Eder, Danilo D'Ambrosio, Tommaso Berni e Federico Dimarco

L'anno successivo vi erano Marco Andreolli, Roberto Gagliardini, Andrea Ranocchia, Davide Santon, Eder, Danilo D'Ambrosio, Tommaso Berni e Antonio Candreva, mentre nel 2017/2018 a questi si aggiunsero i giovani Nicolò Zaniolo (aggregato per qualche gara dalla Primavera) e Andrea Pinamonti.

Nel 2018/2019 gli azzurri presenti all'interno del gruppo squadra interista erano Roberto Gagliardini, Andrea Ranocchia, Matteo Politano, Daniele Padelli, Danilo D'Ambrosio, Tommaso Berni, Antonio Candreva e per qualche gara i giovani Sebastiano Esposito ed Eddie Salcedo.

Insomma, salvo qualche pedina, gli italiani nella storia recente dell'Inter non hanno mai fatto la differenza. Poi però dal 2019/2020 ad oggi si sono aggiunti Alessandro Bastoni, Matteo Darmian, Stefano Sensi e Nicolò Barella: giocatori che, quando sono in condizione, diventano imprescindibili e alla quale Antonio Conte non rinuncerebbe mai.