Genoa-Inter, Conte:" Oggi zero tiri presi. Basta parlare di Eriksen"

Dopo il match vinto per 2-0, Antonio Conte parla della partita e dei singoli calciatori, oltre che dei numeri della difesa
24.10.2020 21:00 di Gianfranco Rotondo   Vedi letture

Dopo la vittoria contro il Genoa per 2-0, in casa dei rossoblù, Antonio Conte si presenta davanti ai microfoni di Sky Sport per analizzare il risultato:” Abbiamo comandato la partita fin dall’inizio. Certe volte la sblocchi prima, a volte più tardi ed anche contro il Borussia mi sembra di aver fatto una buona partita in cui abbiamo preso due tiri, il rigore ed il raddoppio, tra l’altro su un passaggio sbagliato. Oggi abbiamo preso zero tiri”.

Ha continutato Conte:” Quando prendi due o tre gol su due o tre tiri, significa che c’è equilibrio. Magari vuol dire che si fa qualche errore individuale. La squadra ha sempre avuto equilibrio, non è che andiamo tutti in attacco. Io devo fare delle analisi fredde e oggettive”.

Sui difensori:” Alessandro Bastoni ha lavorato con noi per tutto l’anno scorso e conosce bene quando accorciare. Bisogna dare tempo ai nuovi come Kolarov, non ha lavorato tanto con noi. Abbiamo ripreso dopo 10 giorni di pausa con alcuni dei nuovi. Bisogna provare e riprovare. Poi Kolarov può anche fare l’esterno. Oggi ad esempio Ranocchia ha fatto una grandissima partita. Doveva andare via e questa è la dimostrazione se lavori con serietà, hai risultati”.

Su Lukaku:” Romelu è diverso rispetto all’anno scorso. L’ho sempre definito come un diamante grezzo. L’ho chiesto a gran voce anche in mie altre squadre. Lavora e si vede perché tiene palla ed ha qualità anche con gli assist”.

Su Eriksen:” Vi state fossilizzando troppo su di lui. Me lo chiedete dall’anno scorso. Fa parte della rosa. Se merita gioca, se non merita non gioca. Lo stiamo cercando di mettere nelle condizioni migliori. Mi da fastidio dover parlare sempre di lui e non magari di calciatori che hanno giocato 10 minuti o che sono rimasti in pachina. Che devo dire? Lui non è un problema, sta con noi. E’ un ragazzo positivo e stiamo cercando di aiutarlo. Ci mette tanta voglia e abnegazione”.