Biraghi: “Per tanti sono il cane da bastonare. Il mio ritorno all’Inter...”

L’ex Inter Cristiano Biraghi si è sfogato in conferenza stampa rispondendo alle critiche sul suo conto: ecco le sue parole
29.07.2021 14:30 di Vincenzo Mirto   vedi letture
Fonte: TMW

L’ex esterno nerazzurro Cristiano Biraghi è intervenuto in conferenza stampa dal ritiro della Fiorentina rispondendo alle critiche sul suo conto e parlato del suo trasferimento all’Inter di due anni fa:

"Per tanti sono il cane da bastonare, preferisco che sia così per me che per altri che magari le soffrono. So chi sono e cosa valgo, posso accettare giudizi ma per me non è un problema. In passato Gerson, Pjaca, giocatori di grande qualità, sono stati etichettati male da tifosi e giornalisti e non hanno dimostrato quello che potevano dimostrare".

"Io ho raggiunto negli anni un equilibrio, vado per la mia strada nel bene e nel male, perché fa tutto parte del gioco. Anche quando le cose andavano bene, se si doveva trovare il pelo nell'uovo ero sempre io. Ma se il prezzo da pagare per la carriera che ho avuto è questo io sono contento.  Io sono sempre stato sincero: per me la Fiorentina è un punto d'arrivo, come lo è stato l'Inter. Quest'anno ho avuto qualche offerta, ma ho detto 'Declinate tutto, non mi muovo'. Voglio prendermi le mie responsabilità e insegnare ai giovani cosa significa indossare la maglia della Fiorentina. Adesso ripartiamo da zero, tutti insieme".

"Non ho rimpianti. Tornare all'Inter era una mia priorità, non ci ho pensato due volte perché volevo confrontarmi con grandi giocatori nel club che mi aveva fatto crescere. Il Milan? C'è stato un contatto in passato, ma io credevo e credo nella Fiorentina. Questa è una famiglia che vive di sani principi, non cerco altro".