Inter, Thohir su Nainggolan: “Preso per tre motivi. In Indonesia…”

Il Presidente dell’Inter spiega le ragioni dell’affare

Anche Erick Thohir ha voluto parlare di Radja Nainggolan. Nella giornata di presentazione alla stampa del centrocampista belga, il presidente dell’Inter, ai media indonesiani ha spiegato le tre ragioni che hanno portato i nerazzurri a investire sul calciatore.

Queste le sue parole: “Innanzitutto l’esperienza, Nainggolan ha sempre reso più forti le squadre italiane dove ha giocato, quindi si adatterà rapidamente ai suoi compagni all’Inter, abbiamo puntato su di lui piuttosto che su giocatori giovani.

In secondo luogo Nainggolan ha qualità indiscutibili, è un giocatore totale, quando abbiamo capito che la Roma lo aveva messo sul mercato, ci siamo mossi per lui. Sappiamo tutti che Nainggolan ha sangue indonesiano, quindi è un’immagine positiva per gli interisti in Indonesia. I tifosi dell’Inter in Indonesia come numero sono secondi solo ai tifosi in Cina“. Lo riporta il portale Topskor.

Il belga a InterTV: “Sono molto contento”

Poco prima della conferenza stampa di presentazione, Radja Nainggolan ha risposto alle domande dei tifosi nerazzurri tramite InterTV. “Sono molto contento, sono stato accolto benissimo. La cosa più importante è sentirsi subito a casa e in questo caso per me è così”.

Il mio debutto a San Siro? “Spero di fare una bella partita. Spero di poter dare il mio contributo, poi gli obiettivi si raggiungono tutti insieme”. Come festeggerò il primo gol? “Ci penserò, spero arrivi presto ma non è un’ossessione. Contano i risultati di squadra, non conta chi segna”.

Il mio idolo? “Sinceramente non ne ho mai avuti, ho sempre cercato di dare il massimo con le mie caratteristiche. In generale, si cercava di rubare qualcosa quando si guardavano le partite in tv. Sono un vincente: non l’ho ancora fatto, ma proverò a vincere il prima possibile.

Proverò a trasmettere questo mio sentimento alla squadra. Ai tifosi indonesiani dico solo che devono continuare a seguirci. È bello rappresentare un Paese che sta crescendo a livello calcistico e spero di incontrarli presto”.

“Da avversario, il giocatore che mi ha impressionato di più è Perisic. A parte Icardi che fa sempre gol, lui fa la differenza: non vedo l’ora di cominciare questa nuova avventura. Il mio numero è il 4, ma è stata ritirata. E allora ho preso il 14: storico, importante, spero di poterlo rappresentare bene”.

Spalletti? “Con lui mi sono sempre trovato bene, spero di ripetere la bellissima stagione fatta a Roma. Importante sentire la fiducia dell’allenatore e avere con lui un buon rapporto. Spero di raggiungere con lui dei risultati”, conclude il nuovo numero 14 nerazzurro.

Inter Dipendenza è fonte ufficiale di Google News. Rimani aggiornato, seguici qui

Inter, Santon saluta i nerazzurri, parole significative anche sui tifosi

Mondiali, Gruppo H: al 45′ pari in Giappone-Polonia e Senegal-Colombia