Da Esposito a Pirola: come stanno andando i baby in prestito

Tanti giovani dell'Inter sono in giro per l'Italia e l'Europa in prestito in cerca di minuti da giocare per poi ritornare pronti
20.11.2020 22:00 di Gianfranco Rotondo   Vedi letture

Da sempre, l’Inter, ha molto a cuore il suo settore giovanile. Tanti sono, infatti, i talenti fuoriusciti dalla cantera nerazzurra e che, spesso, hanno poi proseguito la loro carriera altrove. Anche la scorsa sessione di mercato, molti giovani sono stati mandati in prestito per poter trovare quella continuità che non avrebbero avuto in maglio nerazzurra, per farsi trovare pronti, in un prossimo futuro, nelle fila interiste.

Chi sta avendo un minutaggio importante è Sebastiano Esposito che a Ferrara, con la maglia della Spal, sembra essere un perno fondamentale per il tecnico Marino che non rinuncia mai al suo baby talento. In questa sua avventura, Esposito, ha ricoperto tutti i ruoli del fronte d’attacco: esterno destro e sinistro, trequartista e, con l’assenza di Paloschi e Floccari, anche di prima punta. L’unica cosa che manca al momento è il gol, che avrebbe meritato in più occasioni e che, lavorando in questo modo per la squadra, troverà di sicuro. Altro giocatore di talento andato in prestito è Lorenzo Pirola. Il difensore centrale classe 2002, fino ad ora ha trovato poco spazio con la maglia del Monza, con all’attivo una sola presenza e 120 minuti totali in Coppa Italia. Chiuso da Bellusci e Paletta, il brianzolo è pronto a farsi trovare pronto. Elemento importante è anche Lucien Agoumè. Il centrocampista francese, passato in prestito allo Spezia, è stato un grande invetimento per l’Inter che ha speso per portarlo a Milano la scorsa stagione 4 milioni di euro. Fino ad ora ha totalizzato due presenze e 98 minuti in campo, cosa che, ad oggi, lo sta lasciando insoddisfatto tanto da poter cambiare aria nel mercato di gennaio. Compagno di squadra di Pirola è Di Gregorio, portiere classe 1997. Come per il centrale, anche l’estremo difensore non sta trovando la continuità attesa, totalizzando una presenza in Coppa Italia. Chi, invece, sta convincendo molto in Olanda, con la maglia del Volendam, è Samuele Mulattieri. Il classe 2000 si è preso da subito la maglia da titolare degli arancioni, totalizzando la bellezza di 4 gol e 2 assist in 5 presenze. Infine, altro talento su cui l’Inter ha voluto mantenere il controllo è Eddie Salcedo. Anche quest’anno per l’attaccante scuola Genoa ci sarà una stagione con la maglia gialloblù del Verona di Juric che, da insegnate che stravede per il giocatore, usa bastone e carota per smussarne gli angoli caratteriali. Fino ad ora per l’italo-colombiano tre presenze in tutte le competizioni ed un gol all’attivo in Coppa Italia contro il Venezia.

Crescere oggi, per tornare protagonisti domani. Avere continuità per poter entrare in pianta stabile nel calcio dei grandi. Il talento c’è, adesso va fatto crescere con pazienza.