inter spalletti

Inter, importante recupero per Spalletti in vista dell’Europa League (CdS)

Inter, importante recupero per Spalletti

La settimana appena iniziata sarà fondamentale per cementificare le certezze parzialmente ritrovate con la vittoria di sabato sera. Giovedì alle 18.55, infatti, l’Inter sarà ospite del Rapid Vienna per l’andata dei sedicesimi di finale di Europa League. Fondamentale sarà far bene in questa competizione che vede Napoli, Chelsea e Arsenal al momento favorite.

Putroppo Spalletti, a causa delle limitazioni causate dal settlement agreement, potrà far affidamento su una rosa ridotta e dovrà fronteggiare le pesantissime assenza di Brozovic e Skriniar, squalificati per somma di cartellini in Champions League. A queste si aggiunge l’assenza abbastanza sicura di Keita Balde, rientrato tra i convocati sabato ma rimasto a guardare la partita in tribuna.

Al contrario il tecnico nerazzurro potrà contare nuovamente su Matteo Politano, squalificato in campionato ma abile e arruolabile in Europa League. Oltre a questo recupero, ce ne sarà un altro molto importante: secondo quanto riporta l’edizione odierna del Corriere dello Sport, Borja Valero giovedì ci sarà.

Lavoro in gruppo per lo spagnolo

L’Inter ieri si è allenata alla Pinetina e Borja Valero ha partecipato a tutte le sedute con il gruppo. Si tratta, come detto, di un recupero importantissimo per Spalletti poiché Gagliardini e Joao Mario sono fuori dalla lista per l’Europa League e quindi il centrocampista spagnolo, con ogni probabilità, partirà titolare.

A fargli compagnia, sicuramente, saranno Vecino e Nainggolan, a meno che Spalletti non decida di puntare su un 4-4-2 con Lautaro e Icardi in avanti e due tra Borja, Nainggolan e Vecino titolari, quantomeno per avere un sostituto in più in panchina. Si tratterà comunque di un’emergenza limitata alla sola gara d’andata: a San Siro Spalletti potrà contare su tutti gli effettivi, infortuni e squalifiche permettendo.

Inter, Lautaro Martinez scalpita: giovedì potrebbe toccare a lui (GdS)

Wanda Nara pretende tutela: “Vorrei che Mauro fosse…”