Mg Milano 24/09/2017 - campionato di calcio serie A / Inter-Genoa / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: esultanza gol Danilo D'Ambrosio

Inter, il difensore nerazzurro è pronto a rinnovare il suo contratto

Inter, D’Ambrosio vuole continuare a vestire la casacca nerazzurra

L’Inter e D’Ambrosio presto si incotreranno per prolungare il contratto del terzino ex Torino. Il numero 33 nerazzurro è arrivato a Milano dalla compagine granata nel 2013, nel corso della sessione di mercato invernale. Sin dal suo arrivo, le critiche non sono mancate. A livello tecnico, il giocatore ha diverse lacune, ma ha dimostrato di avere la grinta e la determinazione necessarie per restare nel gruppo meneghino.

A livello difensivo, l’esterno raramente è stato messo in difficoltà. Pochi attaccanti sono stati in grado di saltare l’ex capitano granata. La prossima gara vedrà il difensore proprio contro il suo passato.

Il nerazzurro diventerà una seconda pelle

L’attuale contrattao che lega D’Ambrosio alla società di Corso Vittorio Emanuele scade nel 2021. Ci sarebbero ancora 3 stagioni, 3 anni di battaglie da affrontare, ma il giocatore azzurro vuole continuare a giocare a Milano ancora per tanto tempo. A 30 anni, l’ex granata sente di aver trovato la giusta dimensione, la giusta realtà in cui crescere e maturare sia come giocatore sia come uomo.

L’amore del ragazzo napoletano nei confronti della sua attuale compagine diventa pratica, divenat sudore, diventa sforzo fisico nel corso delle partite. Prima sulla fascia destra, ora sulla corsia opposta: D’Ambrosio resta un giocatore importante per Spalletti e per l’Inter.

Le insidie che nascono dal mercato

Il prolungamento del contratto fra il difensore e la Beneamata è slegato da eventuali colpi, retroscena di mercato. Cancelo, in caso di riscatto al termine della stagione attuale, sarà il padrone della corsia di destra. La fascia opposta, invece, vede “D’Ambro” giocarsi il posto con uno dei probabili colpi di mercato della squadra meneghina, ovvero Asamoah.

Inter attesa a Nyon. Ecco il motivo della chiamata dell’Uefa

Inter, Garlando: “I nerazzurri non sono i favoriti per il quarto posto, bensì per…”