Spalletti sommerso: tutti addosso al mister, “paranoico” e “irragionevole”

02.04.2019 23:30 di Mario Spolverini   Vedi letture
<div id="videoincontent"></div><p>INTER SPALLETTI – Dopo la convocazione di Icardi per la partita di domani a Genova su Luciano Spalletti sono piovute una serie di critiche. Parole anche forti, quasi offensive, che niente aggiungono a ciò che è successo nelle ultime ore ma che danno il senso di quanto l’informazione possa colpire duro.</p><div style="margin:10px 0;text-align:center" id="div-gpt-ad-INTERDIP-Mob_ART-Corpo-300x250-BTF"></div><p>Il primo pezzo da citare è quello di Tancredi Palmeri, uno dei giornalisti schierati a fianco di Icardi e Wanda Nara in questi 50 giorni di schizofrenia. Parlando a MC Sport Live Show, Palmeri ha detto “<em>Sfido chiunque, tifosi dell’Inter o meno, a pensare che tutta questa situazione non sia una farsa. L’Inter si sta coprendo di ridicolo da sola ed è quasi strano che riesca a tenere botta in campionato. Ma che senso ha Spalletti che parla in quel modo della linea tenuta dall’Inter nei confronti di Icardi. Quando mai si è visto un dipendente comportarsi così nei confronti del proprio datore di lavoro. Marotta a Spalletti gli ha fatto una lavata di capo incredibile</em>“.</p><div id='div-gpt-ad-INTERDIP-Mob_ART-Title-300x250_ATF' style='text-align:center;margin:10px 0'></div><h2>Per Ravezzani è irragionevole, per Damascelli paranoico</h2><p>Gli ha fatto eco Fabio Ravezzani Direttore di Tele Lombardia. “<em>Spalletti va in base al momento. Oggi ha detto tutto il contrario di quanto affermato domenica sera. Prendiamolo come un momento di pace momentaneo. Spalletti e Wanda sono due persone irragionevoli”.</em></p><div style="margin:10px 0;text-align:center" id="div-gpt-ad-INTERDIP-DSK-ART-Corpo-336x280-BTF-2"></div><div id='div-gpt-ad-INTERDIP-Mob_ART-Corpo-300x250-BTF-2' style='text-align:center;margin:10px 0'></div><p>Dulcis in fundo Tony Damascelli, che dalle pagine del “Il Giornale” spara a zero sul tecnico nerazzurro, accusato di riuscire “ <em>ad avere torto anche quando ha ragione”</em>. Secondo il giornalista Spalletti si è costruito una schiera di fantasmi, nemici da cui doversi difendere in continuità.</p><p>“ <em>Sulla vicenda Icardi dice parole sincere ma il suo pensiero viene intossicato da quella paranoia che lo accompagna da sempre e che non lo aiuta nella comunicazione e nei rapporti con alcune figure dello spogliatoio…” </em>Damascelli imputa all’Inter di non essere riuscita a gestire le uscite di alcuni suoi tesserati, di aver permesso ad un avvocato di proporsi come mediatore e di aver consentito a Icardi e Spalletti ogni tipo di dichiarazione senza mai mettere un freno. “<em>Stando a Spalletti l’argentino non è né Ronaldo, né Messi. Ma anche Spalletti non è né Guardiola, né Zidane. E l’Inter non è il Barcellona e nemmeno il Real o la Juventus“. </em><br />(Fonti:RMC, Tele Lombardia, Il Giornale)</p><div id="mup_infeed2"></div>