IBT – Mercato Inter in evoluzione, tre in partenza poi l’assalto agli obiettivi

La sconfitta ingiusta dell’Inter con il Sassuolo ha messo in moto gli uomini mercato nerazzurri con a capo Piero Ausilio pronti a sfoltire la rosa per poi regalare a Roberto Mancini il terzino tanto richiesto e forze nuove in mezzo al campo.

Dalle pagine di International Business Times si legge: “La formazione nerazzurra si rialza dopo la sconfitta. Il calciomercato è aperto e un paio di movimenti vanno fatti. Si punta tutto su i sampdoriani Eder e Soriano, per registrare definitivamente il centro-attacco. Sul capitano doriano si deve attendere il 21 gennaio che scada la clausola di 15 milioni, poi ci sarà l’assalto. Intanto per fargli spazio sarà ceduto Guarin e non riscattato Jovetic. Il primo è stato richiesto dallo Zenit San Pietroburgo e dovrebbe accettare a breve, con anche il Guangzhou come alternativa. Tanti soldi per ingaggiare il colombiano saranno spesi. Il secondo che ha ormai perso parecchio nelle gerarchie di Mancini, non verrà riscattato a 17 milioni dal Manchester City“.

“Per quanto riguarda invece la corsia laterale siamo davvero vicini all’approdo di Vrsaljko in nerazzurro. L’offerta formulata da Ausilio è di 8 milioni più un giocatore a scelta degli emiliani tra Gnoukouri e Manaj. All’Inter piace anche Sansone, ma solo se è in saldo. Si attende la risposta del Sassuolo su tutto entro fine settimana. Le alternative a Sime Vrsaljko restano sempre due, ovvero il costoso Bruno Peres e il complicato Van der Wiel. Resta sempre con le valige in mano Ranocchia che sarà ceduto al miglior offerente, con Fiorentina e Liverpool a contenderselo e altri club europei pronti a subentrare nell’asta nei prossimi giorni”.

Baldinelli: ”L’Inter se fosse una miss sarebbe giudicata in base a..”

Calleri

Calleri, niente Bologna, sei mesi in Brasile e poi Inter?