Hellas Verona avversario temibile. I precedenti e i rischi del match

Hellas Verona – Inter: scontro tra due squadre agli antipodi. Tutto quello che c’è da sapere sul posticipo di lunedì sera

Hellas Verona – Inter: il posticipo di lunedì sera sarà uno scontro tra due realtà calcistiche e di classifica diverse; ciò non significa che non potrà essere ricca di emozioni.

Il Verona arriva da una serie di sconfitte disastrose in cui non solo a preoccupare è stata la misura dei gol subiti, ma anche l’atteggiamento.

Un gruppo non incline a compattarsi e quasi sempre costretto ad inseguire il risultato, sgretolandosi lentamente con il passare dei minuti. Gli scaligeri però puntano alla salvezza e giocheranno con quella spensieratezza di non avere nulla da perdere.

L’Inter invece viene da una serie di risultati positivi: tre scontri diretti portati a casa (pareggio con il Napoli e vittorie su Roma e Milan) rimanendo ancora imbattuta assieme alla squadra di mister Sarri.

Questa partita sarà l’ennesimo test per i nerazzurri che dovranno dimostrare di essere maturi per proseguire il cammino verso la zona Champions League.

Salvo sorprese e i possibili dubbi sul ballottaggio Nagatomo/Dalbert e di Joao Mario per Borja Valero, la formazione sarà schierata con il 4-2-3-1.

L’Hellas proverà a impensierire Handanovic con un avversario dal cuore nerazzurro: si tratta di Pazzini.

Pur se non al 100% della forma, si tratta sempre di un giocatore temibile e agile che, cercherà di colpire soprattutto sulle palle alte.

Da tenere sotto controllo anche il baby juventino Kean. Una punta molto talentuosa e per caratteristiche tecnico-fisiche imprevedibile nei movimenti.

Hellas Verona Inter: i precedenti

Gli ultimi scontri in serie A tra le due squadre risale all’epoca Mancini nell’anno 2015/2016. All’andata vinsero i nerazzurri a San Siro grazie a un colpo di testa di Felipe Melo.

Al ritorno invece, ci fu un rocambolesco 3-3 recuperato all’ultimo con la firma di Ivan Perisic, subentrato nella ripresa.

I dati Opta parlano chiaro: le vittorie nerazzurre sono di gran lunga superiori e sono ben 30, 20 i pareggi e 4 le sconfitte. La fama dei club quindi, è stata sempre una costante anche nei risultati che si sono susseguiti nel corso degli anni.

L’ultimo successo gialloblu risale al lontano 1992 grazie a una rete di Ezio Rossi. Lo stato attuale delle rose, fa pensare che effettivamente ci sia ancora una marcata differenza che porterà ad influenzare ip risultato finale.

VIDEO | La modella interista Ines Trocchia nuda per Playboy Portogallo

Pavon – Quando la data di nascita è sinonimo di qualità