(GdS) Mercato Inter | Cercasi playmaker: da Borja Valero a Matuidi, i 6 candidati

Credit @imagephotoagency

Mercato Inter | Via al casting per il playmaker: Borja Valero il favorito

Mercato Inter: In casa nerazzurra, secondo quanto scrive la Gazzetta dello Sport nell’edizione odierna, sono partiti ufficialmente i casting utili alla scelta di quel playmaker da affiancare a Gagliardini che faccia girare il 4-2-3-1 di Luciano Spalletti. I partecipanti a questo casting sono sei. Di seguito i nomi fatti dal quotidiano:  

Borja Valero:  il centrocampista della Fiorentina piace molto Sabatini e Spalletti, che lo avrebbero preso già lo scorso agosto se la Roma avesse superato il preliminare di Champions. Ha un contratto con il club viola in scadenza nel 2019. Il giocatore ama Firenze, ma potrebbe partire per importante offerta (vicino ai 7 milioni). A 32 anni non potrebbe fare legna come un tempo, ma la sua capacità di dettare i tempi e gestire i momenti caldi del match lo rendono prezioso.

Keita: è sicuramente  il meno famoso del sestetto, è stato uno degli elementi chiave della sorpresa Lipsia. Il guineano può muoversi basso, da mezz’ala, ma anche più avanzato come avveniva nel 4-2-2-2 di Hassenhüttl. Piede destro, ottima tecnica ( 8 reti e altrettanti assist nel primo anno in Bundesliga). L’ingaggio attuale è di soli 1,5 milioni, ma il Lipsia non lo cede per meno di 25-30 milioni. Da verificare l’adattabilità al nostro calcio.

Krychowiak: il 27enne nazionale polacco del Psg è reduce da una stagione con appena 11 presenze in campionato a causa di un infortunio primo al ginocchio e poi alle costole. Ha il contratto in scadenza nel 2021, e ha un ingaggio fuori portata, a meno che non venga spalmato: 6,7 milioni.

Luiz Gustavo: vecchio obiettivo della scorsa estate e di quelle ancora prima, quando in panchina siedeva Mazzarri, il 29enne brasiliano ha maturato esperienza tra Seleçao e Wolfsburg. Il brasiliano, va detto, non fa impazzire Spalletti. L’ingaggio alto di 4,8 milioni si pareggia con una valutazione che non può superare i 10-15 milioni visto che va in scadenza tra 12 mesi.

Matuidi: il d.s. Ausilio ha sondato la pista che porta al 30enne centrocampista francese del Psg con Raiola venerdì scorso, data del loro incontro. Il contratto in scadenza tra un anno e l’età (già tanti sono considerati 30 anni per la politica di Suning) ne abbassano il costo del cartellino, ma anche lui a Parigi  prende uno sproposito: 9 milioni. Se decidesse di abbassarsi (notevolmente) l’ingaggio potrebbe essere più di una semplice idea.

Strootman: il 27enne olandese sarebbe il profilo ideale per Spalletti, che nella sua seconda avventura ne ha fatto un perno della squadra. Il problema è che Strootman ha appena rinnovato con la Roma  fino al 2022, con un ingaggio salito a 3,5 milioni. Vero però che nel contratto è stata inserita una clausola da 45 milioni. Inoltre Strootman è legato alla Roma anche via di un debito morale che il calciatore ha nei confronti del club capitolino: va ricordato che il club giallorosso aspettò il centrocampista olandese quando era alle prese con gli infortuni al ginocchio. Al momento la pista si è notevolmente raffreddata.