(Gazzetta dello Sport) Le seconde linee dell’Inter non sono ancora pronte

La Gazzetta dello Sport analizza il match di ieri

Il match di ieri serviva a creare più dubbi in Spalletti che, però, ha avuto la riconferma del gap tra titolari e non, dice la Gazzetta dello Sport

Dalbert, Cancelo, Karamoh e aggiungiamo anche Pinamonti: le seconde linee non hanno funzionato. Dalbert, nonostante le qualità, continua ad avere paura di spingere; Karamoh ha commesso tanti errori nonostante la buona volontà; Cancelo ha giocato in un ruolo non suo riuscendo però a scodellare cross interessanti mentre Pinamonti non è stato servito a dovere. La gara contro il Pordenone avrebbe dovuto aiutare il tecnico di Certaldo a bilanciare le gerarchie, invece la forbice sembra sempre più ampia. Il weekend, però, con l’Udinese bisognerà già dimenticare tutto e ricominciare da zero con l’intenzione di continuare la marcia in campionato

Problema mentale o tecnico?

Come mai le seconde linee fanno così fatica ad inserirsi? Perché ieri sera non sono state in grado di far valere la propria superiorità? Ieri sera è stata una partita particolare con il Pordenone che non ha ceduto fino al settimo rigore. Che le seconde linee avrebbero faticato più del dovuto era pronosticabile, ma così tanto implica qualcosa. Tecnicamente, alcuni, sono validi quanto i titolari se non di più (vedi Dalbert e Cancelo) ma ancora non riescono ad esprimersi al top; diverso il discorso per Karamoh e Pinamonti che hanno l’obiettivo di crescere più a lungo termine.

(CdS) Mercato Inter, Joao Mario – Mkhitaryan si può fare

(TS) Riecco la “Pazza Inter”, nerazzurri ai quarti col brivido