ultimissime ICARDI

Florentino snobba Icardi: “Abbiamo il migliore al mondo”

Inter: Icardi sempre sotto pressione

Icardi continua a riempire le pagine dei giornali, con le sue partite sottotono, con le notizie di mercato e soprattutto con quelle relative al rinnovo del suo contratto. 109 gol in maglia nerazzurra a 25 anni parlano delle sue qualità e fino alla sigla del nuovo accordo con l’Inter resta la clausola rescissoria di 100 milioni esercitabile solo dall’estero nei primi 15 giorni di luglio.

Se le tensioni con la società dovessero andare avanti, se Wanda Nara continuerà a tirare per la giacca la dirigenza, socializzando ogni sospiro, non è detto che non si possa arrivare alla rottura clamorosa. In quel caso non sarebbero poi molti i club con le possibilità di rilevare il cartellino ed il contratto (alle cifre richiesta dalla moglie agente) del bomber argentino.

Il Real si chiama fuori

Una di queste, il Real Madrd, si chiama fuori dalla contesa fin da subito. Per bocca del suo presidente Florentino Perez manda un messaggio urbi et orbi: il Real non ha bisogno di Icardi e di nessun altro là davanti. Queste le sue parole rilasciato oggi a France Football: “Insisto nel dire che abbiamo la miglior squadra del mondo e i titoli vinti ci danno ragione: non spendiamo tanto per farlo. Ho letto e sentito su diversi media per anni che il Real ha bisogno di acquistare un numero 9, quando è chiaro come Karim Benzema sia il miglior attaccante al mondo. Quello che faremo è portare giovani che saranno protagonisti in futuro, come Vinicius e Rodrygo”.

Parole sincere o tattica per nascondersi in questa fase ancora lontana dal mercato per poi sferrare i colpi decisivi quando sarà il momento? Difficile se non impossibile giudicare in questo momento. Florentino sa che il suo compito, in questo momento è soprattutto quello di tenere l’ambiente dei blancos più unito e sereno che mai, ora che è tornato a meno 6 dalla vetta della Liga e con il Clasico in arrivo. Per il mercato c’è tempo.
Fonte France Football

Marotta Spalletti: segnali di guerra, si va verso la svolta

Il consiglio dell’agente FIFA: “Vendere Icardi, Lautaro molto più forte”