(ID) Mauro Milanese: “Con Ancelotti c’è la speranza di…”

26.12.2018 11:00 di Luca Leoni   Vedi letture
<div id="videoincontent"></div><h2>Mauro Milanese in esclusiva ad Inter Dipendenza</h2><p>In esclusiva ai microfoni di <strong><em>interdipendenza.net</em></strong>, ha parlato l’ex di Napoli ed Inter, <b>Mauro Milanese</b>, analizzando la squadra partenopea, tra presente e passato.</p><div style="margin:10px 0;text-align:center" id="div-gpt-ad-INTERDIP-Mob_ART-Corpo-300x250-BTF"></div><p><strong>All’epoca la situazione era completamente ribaltata, l’Inter al top ed il Napoli aveva un ruolo più da “gregario”, oggi sembrerebbe essersi invertito questo trend</strong></p><div id='div-gpt-ad-INTERDIP-Mob_ART-Title-300x250_ATF' style='text-align:center;margin:10px 0'></div><p><em>“Ho avuto occasione di giocare soltanto un anno a Napoli, quell’anno girammo secondi in classifica il girone d’andata dietro la Juventus. Il mio Napoli era composto da giocatori tosti, non i campioni degli ultimi anni, come i vari Insigne, Higuain, Hamsik, Cavani, Lavezzi, Mertens ecc. La gente si immedesimava in noi. Napoli e San Siro sono gli stadi migliori dove poter giocare. Una città con una sola squadra, la passione ed il calore del popolo è il massimo, così come all’Inter, due piazze meravigliose da vivere in maniera diversa, entrambe ti danno una carica ed uno stimolo che non tutte le piazze ti danno. Il nuovo Napoli è più strutturato, il presidenti è più imprenditore. Bisogna rispettare i conti ora, andare avanti in Champions è importantissimo, così come stare a vertici della classifica. In questo modo i partenopei hanno potuto godere degli introiti della Champions League, fondamentali per il mercato e per il bilancio. In questo modo si è costruito una squadra competitiva”.</em></p><div style="margin:10px 0;text-align:center" id="div-gpt-ad-INTERDIP-DSK-ART-Corpo-336x280-BTF-2"></div><div id='div-gpt-ad-INTERDIP-Mob_ART-Corpo-300x250-BTF-2' style='text-align:center;margin:10px 0'></div><p><strong>Sei stato allenato da Ancelotti a Parma, cosa pensi possa dare a questo Napoli?</strong></p><p><em>“Per lui è già una grande sfida eguagliare i punti di Sarri. Con Ancelotti c’è la speranza di fare meglio rispetto allo scorso anno. Lui è una persona che può portare una mentalità vincente e grande esperienza, anche se ad ora manca ancora qualcosa per arrivare primi. Dopo Sarri, chi se non lui poteva raccogliere questa sfida? Ancelotti è uno dei pochi che può fare meglio di Maurizio Sarri”.</em></p><div id="mup_infeed2"></div><p><em>Disclaimer – Il presente articolo non è riproducibile senza citazione della fonte con inserimento di link attivo allo stesso. Ogni violazione verrà perseguita a norma di legge.</em></p>