Esclusiva ID - Inter, Ballotta: "Inzaghi? I tifosi devono essere contenti"

L'ex portiere ha fatto il punto sulla Serie A e mostrato le sue preoccupazioni in vista del match tra la squadra di Sarri e quella nerazzurra
05.10.2021 20:45 di Giuseppe Lancellotti   vedi letture

“I tifosi dell'Inter devono aspettare ed essere contenti dell’operato di Inzaghi”.

Apre con la sicurezza di un portiere, Marco Ballotta, la sua intervista in esclusiva per InterDipendenza. Tanti i temi trattati tra cui la stagione in corso e l'operato del tecnico nerazzurro.

“I tifosi devono essere contenti del tecnico perché è anche un’annata dove bisognerà riordinare i bilanci. Lo scorso anno – spiega l'attuale dirigente del Castelvetro - l’Inter poteva dettare legge, quest’anno sarà più difficile ma pian piano le mancanze verranno colmate. Poi sarà anche l’entusiasmo a fare la differenza e lo si vede dalla gara con il Sassuolo. L’Inter sicuramente ha perso tre calciatori importanti, il gioco di Inzaghi non è ancora molto evidente ma mancando tre calciatori come Eriksen, Hakimi e Lukaku non è facile farsi sentire. Soffrire in campo internazionale ci può stare”.

L’ex portiere di Inter e Lazio ci ha parlato del match dell’ottava giornata di campionato, che vedrà opposti nerazzurri e biancocelesti dopo la sosta per gli impegni delle Nazionali.

“E’ la prima di Inzaghi contro la sua ex squadra dove ha passato più di venti anni. Un po’ di tensione ce l’avranno e ci terrà in particolar modo. E’ indubbio che la Lazio conosca a menadito come gioca il tecnico, quindi i calciatori che sono rimasti sanno come gestirla. Una partita da dentro o fuori per i biancocelesti, anche a livello ambientale. Inzaghi, (qui leggerete altri dettagli), ha bisogno di tempo ma, aiutato dai risultati, lavorerà con più tranquillità. Per imporre il proprio gioco è necessario avere del tempo”.

La classifica attuale conferma che molte squadre sono in gioco e che anche la Juventus, nonostante una partenza complicata, sta iniziando a macinare punti. L’inizio di campionato, cristallizza Ballotta, si presenta sulla falsa riga dello scorso anno.

“Il Milan ha finito positivamente, sta continuando ed ha cambiato poco. Si vedono i frutti del lavoro di Pioli, e sta tenendo testa alle altre grandi. La Roma con Mourinho sta facendo vedere cose egregie seppur con alti e bassi e non esprimendo un bellissimo calcio. La Lazio sta tentennando e pensavo che dopo il derby fosse uscita dalla crisi. L’Atalanta ha perso un calciatore importante come Gosens ma ha bisogno di un po’ più di tempo. Sicuramente è una candidata per un campionato importante anche se non è facile ripetersi. La Juve sta salendo la china, aspetta qualche passo falso delle prime ma ritornerà. Sta facendo risultati non giocando benissimo ma li porta a casa. Dirà la sua anche se è ancora presto e mancano molte partite alla fine” (leggi anche le parole di Milanese sull'evoluzione del campionato e gli scenari, in questo articolo l'esclusiva).