Esclusiva - ‘Ecco il profilo del nuovo capitano dell’Inter’

In casa nerazzurra tiene banco il successore di Samir Handanovic. I tifosi, intanto, si dividono fra Nicolò Barella e Milan Skriniar
30.09.2021 09:45 di Matteo Gardelli   vedi letture

Chi sarà il nuovo capitano dell’Inter? L’argomento divide i tifosi (e non solo): c’è chi spinge per Nicolò Barella e chi invece per Milan Skriniar.

La società, in base alla ricostruzione di buona parte dei mass media, sembra intenzionata a ‘nominare’ il centrocampista della nazionale italiana campione d'Europa. La fascia da capitano potrebbe infatti essere una delle fiches che l'amministratore delegato nerazzurro, Giuseppe Marotta, si giocherà nella partita del prolungamento di contratto (qui trovate gli aggiornamenti). Una parte della tifoseria, come anticipato, spinge però per il giocatore slovacco. Quest'ultimo, a quanto si apprende nelle ultime ore, starebbe pigiando sull'acceleratore per arrivare al prolungamento (qui potete trovare le ultime notizie).

Intanto un ex giocatore dell’Inter, Mauro Milanese, in esclusiva a InterDipendenza, traccia il profilo ideale per l'erede di Samir Handanovic: “Conta il carattere, la voglia di stare nello spogliatoio. Il capitano è una locomotiva, non un vagone. L’analisi tocca all’allenatore che non deve trascurare anche fattori come la longevità. Non esiste dunque solo un'unica modalità di scelta”. Milanese si sofferma, poi, sul periodo che attraversa proprio il portiere sloveno. “È stato decisivo per lo Scudetto - ricorda -. Resta uno dei miglior portieri al mondo che, al momento, vive un momento difficile. Dall’interno dovranno capire quanto può tenere a livello psicologico e decidere se è giusto dare una chance ad un altro”. Milanese evidenzia come anche “i campioni devono essere bravi a capire che possono accomodarsi in panchina senza perdere la fiducia nei propri mezzi”. Infine, sempre sul futuro di Handanovic, si fanno sempre più insistenti le voci di un possibile arrivo di Andre Onana dell’Ajax. Qui potete trovare gli ultimi aggiornamenti.

Intervista di Giuseppe Lancellotti