chievo-inter nainggolan

Empoli-Inter, ecco com’è andata la partita. Conquistati tre punti d’oro

Empoli-Inter, i nerazzurri conquistano tre punti d’oro

Spalletti rinuncia ai due finalisti dell’ultimo campionato del mondo. Oltre allo squalificato Brozovic, il tecnico di Certaldo lascia in panchina Perisic.

Dentro Keita, con Politano ed Icardi a completare il terzetto offensivo.

Borja Valero dirige le operazioni in cabina di regia, con Vecino, un ex della gara, rientrato in squadra a pieno regime, anche se ancora distante dalla migliore condizione.

João Mario completa il centrocampo. In difesa si rivede Vrsaljko per D’Ambrosio.

Il primo tempo è letargico

La prima frazione di gioco nerazzurra è ben lontana dall’essere indimenticabile. I ritmi si mantengono abbastanza bassi. Merito dell’Empoli abile a controllare i nerazzurri.

Provedel, estremo difensore toscano, viene impegnato in una sola occasione. Politano lascia partire un sinistro angolato che viene prontamente respinto.

Handanovic fa ancora meno, limitandosi ad osservare un tiepido sole di giornata.

Il secondo tempo

La ripresa si mostra, sin dalle battute iniziali, più movimentata e maggiormente gradevole. Le squadre si allungano e a beneficiarne è lo spettacolo.

La prima occasione capita sui piedi di Zajc ben servito da Traore. Handanovic è pronto e reattivo nell’occasione e si immola in uscita.

Sul capovolgimento di fronte, viene annullato un gol a Keita in posizione di fuorigioco. Dopo dodici minuti si rivede Nainggolan, gettato nella mischia da Spalletti.

Con il belga in campo, i nerazzurri guadagnano decisamente terreno. L’Empoli, complice il notevole dispendio energetico della prima metà di gara, arretra visibilmente il proprio raggio d’azione.

Keita cambia decisamente passo diventando, a tratti, incontenibile. Spalletti comprende il momento di difficoltà dei toscani, e sostituisce Borja Valero con Lautaro Martinez.

El Toro, carnefice del Napoli, si rende pericoloso con un sontuoso colpo di tacco che il reattivo Provedel neutralizza. Sarebbe stato un grandissimo gol, una perla da ricordare.

È il preludio al vantaggio realizzato da Keita su assist di Vrsaljko. La girata di destro si infila dolcemente nell’angolo della porta azzurra. L’Inter controlla senza grossi affanni, pur non riuscendo a chiudere la partita con la rete del 2-0. L’Empoli non ha in rosa Pellissier, e la partita termina senza rimpianti.

Aumenta il vantaggio sulla Lazio

Grazie alla sua rete Keita consente all’Inter di aumentare il divario in classifica sulle inseguitrici. La Lazio non va oltre il pari casalingo contro il Torino e si ferma a quota 32 in classifica.

Sette punti in meno dei nerazzurri al giro di boa. Alla ripresa del campionato Icardi e compagni se la vedranno con il Sassuolo, bestia nera delle ultime stagioni, ed oggi annichilito in casa, tra le mura amiche, da altri nerazzurri.

I giovanotti temibilissimi di Gasperini hanno trionfato al Mapei Stadium con un tennistico 6-2. Tra i marcatori figura anche Gianluca Mancini, difensore molto apprezzato da Spalletti.

Il mercato è alle porte, se sono rose…

keita Pagelle Inter-Frosinone

Pagelle Empoli-Inter, ecco il migliore in campo. Per Spalletti tre punti d’oro

Empoli Inter: “Obiettivi 2019 chiari e su Keita dico che…”