Tra i tanti Esposito, ecco Sebastiano, talento pronto ad emergere

14.10.2019 08:00 di Raffaele Garinella   Vedi letture

In Italia ci sono circa 20.000 famiglie che portano il cognome Esposito. Di origine campana, deriva da figli della Madonna, figli d’a Nunziata, o esposti alla protezione della Madonna. Così venivano battezzati i neonati abbandonati, ospiti della Real casa di Santa Annunziata di Napoli. Tra i tanti Esposito, c’è un classe 2002, diventato - a suon di prestazioni convincenti e gol - perno della formazione Primavera dell’Inter. Stiamo naturalmente parlando di Sebastiano, attaccante che, per talento posseduto ed attaccamento alla maglia, potremmo definire figlio della Madunnina.  

I fedelissimi della Beneamata credono moltissimo nelle sue qualità, ed il convincente precampionato ha sollecitato le attenzioni dei più importanti club europei, su tutti il Paris Saint Germain.Tutte rispedite al mittente dalla dirigenza nerazzurra, e non potrebbe essere diversamente per chi è stato inserito - dal quotidiano francese L’Equipe - tra gli astri nascenti del calcio europeo. Antonio Conte - complice il serio infortunio rimediato da Sanchez in Nazionale - dovrà necessariamente ricorrere alle giocate di Esposito. Compito del talento in erba sarà quello di far rifiatare Lukaku, Lautaro e Politano. Ad attendere l'Inter ci saranno numerose partite - ed anche piuttosto ravvicinate - ed il minutaggio non mancherà di certo. 

Un’occasione per spiccare il volo verso il grande calcio e ritagliarsi un ruolo da protagonista. L’alternativa - e non piace a nessuno - è finire nel limbo degli incompiuti, ma pericoli in tal senso non sono visibili all'orizzonte. Il ragazzo si farà, come cantava Francesco De Gregori, ed è pronto a scommetterci Antonio Conte - perché se di Esposito ce ne sano tanti, di Sebastiano ce n’è uno. Un diamante pronto a brillare sotto la luce dell'Inter.

Mg Lugano 14/07/2019 - amichevole / Lugano-Inter / foto Matteo Gribaudi/Image Sport
nella foto: Sebastiano Esposito
Mg Lugano 14/07/2019 - amichevole / Lugano-Inter / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: Sebastiano Esposito © foto di Matteo Gribaudi/Image Sport