Convocati Inter, sognando l’Europa: il salto triplo dei baby nerazzurri

CONVOCATI INTER – Questa giornata potrebbe essere memorabile. Soprattutto se sei un ragazzo della Primavera nerazzurra e molto probabilmente potresti fare il tuo esordio calcando il prato del Meazza. È questo il probabile destino dei 5 baby talenti convocati da Luciano Spalletti per il match di questa sera (due dei quali hanno anche partecipato all’andata in Germania).

I nomi sono quelli dei quattro campioni d’Italia Under 19 ovvero Zappa, Gavioli, Schirò e Merola in aggiunta ad uno dei prospetti più interessanti del panorama calcistico Under 17 Sebastiano Esposito. Così scrive la Gazzetta dello Sport in edicola oggi che analizza questi giovani molto promettenti.

Convocati Inter, dalla difesa all’attacco le speranze future della Benamata

L’Inter punta molto su questi talenti e per alcuni di loro quest’oggi c’è la concreta possibilità di fare il proprio esordio vista l’emergenza quantitativa della prima squadra. Da Zappa, terzino di fascia destra, abile in fase di spinta (grinta da vendere) e all’occorrenza adattabile come esterno alto, a Schirò. Quest’ultimogià tra i convocati all’andata, mediano con molte qualità.

Passando per Gavioli, anche lui mediano, ma con caratteristiche differenti da Schirò avendo più struttura e gamba. Per quanto riguardo il reparto avanzato, qui l’Inter presenta Merola anche lui classe 2000, seconda punta da strappi e dribbling con il fiuto del gol (già 10 reti in stagione), ed Esposito. Quest’ultimo classe 2002 ha all’attivo 21 reti (16 con gli Under 17 e 5 in Primavera). Forte fisicamente è già capitano dell’Italia U17.  Tra questi ragazzi non va dimenticato Vergani, che nonostante non sia stato convocato avrà sicuramente un ruolo importante con i colori nerazzurri in futuro. Infatti ieri ha rinnovato il contratto fino al 2023 e per l’Inter rappresenta un sicuro investimento con la sua forza fisica abbinata a tecnica, potenza e fiuto del gol.

Fonte: Gazzetta dello Sport

 

Ivan Perisic, la risposta a CR7? Una notte per dimostrarlo

Derby Milano, chef Oldani: “Icardi inesperto. Noi interisti mai tranquilli”