Colpo Atletico Madrid, l’ex Juve arriva in Spagna: imminente la sua firma

L’Atletico Madrid piazza il colpo in questo mercato invernale, il giocatore ritroverà proprio la sua ex squadra in Champions League

Alvaro Morata si appresta a diventare un nuovo giocatore dell’Atletico Madrid. L’attaccante, con un passato alla Juventus e al Real Madrid, verrà ceduto dal Chelsea ai Colchoneros.

Neanche la cura Sarri ha rivitalizzato Morata. Ora, un nuova avventura, di nuovo a casa, per cercare di dimostrare le sue qualità e per ritrovare quella continuità che manca da tempo.

Nella mattinata di oggi, Tancredi Palmeri, corrispondente di beIN Sports ha twittato: “Morata ha firmato per l’Atletico”.

Sull’edizione online di Marca si legge che l’arrivo di Morata in Spagna è una espressa richiesta di Diego Simeone. L’allenatore dell’Atletico Madrid è senza Diego Costa, fuori per infortunio. L’attaccante dovrebbe riuscire a recuperare per il match di ritorno di Champions League contro la Juventus.

Simeone è senza un numero 9 vero. Per affrontare i bianconeri e non solo, per tentare di arrivare in fondo alla Champions League (la finale si giocherà nello stadio dell’Atletico Madrid), il tecnico argentino vuole da subito un nuovo centravanti.

Questione di giorni, Morata sarà un giocatore dell’Atletico Madrid. La formula dovrebbe essere quella di un prestito fino a giugno con diritto di riscatto. Morata non è stato convocato nella sfida di ieri che ha visto il Chelsea uscire sconfitto 2-0 dalla trasferta contro l’Arsenal.

Morata il rinforzo giusto? Per quello che offre il mercato di gennaio, sicuramente per l’Atletico Madrid sarà un valore in più. A questo punto, Kalinic è vicino all’addio, con l’ex attaccante di Fiorentina e Milan pronto ad andare al Monaco in Ligue 1.

Per chiudere il cerchio, Higuain non è stato convocato per la sfida di domani contro il Genoa. Presto potrà abbracciare nuovamente Sarri.

calciomercato inter chiesa fiorentina

Mercato Inter, per Chiesa nerazzurri pronti all’offerta shock: i dettagli

Inter: cosa va e cosa non va. C’è un muro e una difficoltà palese