Luciano Spalletti nel post partita ha accennato uno sfogo sul mercato

Dopo gli acquisti di Lisandro Lopez e Rafinha l’Inter sembra non aver finito il mercato e, a meno di cessioni impreviste, ci sarà ancora un colpo. Luciano Spalletti, però, accenna una lamentela nel post partita dopo aver difeso la squadra e Santon, l’autore dell’errore che ha regalato il vantaggio giallorosso

La partita dell’Inter non è stata entusiasmante per i primi sessanta minuti. Poi, grazie anche al calo della Roma, l’ultima mezz’ora l’Inter è riuscita a far tremare più volte Alisson fino al gol di Vecino. Nel post-partita Spalletti ha difeso la squadra e, addirittura, ha accennato al fatto che la partita potesse finire con una vittoria dell’Inter

Le parole di Luciano Spalletti

“Oggi abbiamo tentato di fare qualcosa di diverso, di portare più giocatori sulla trequarti ma nella costruzione non abbiamo avuto la velocità e la qualità giuste. Nel secondo tempo c’è stata una bella reazione. Santon? Se mi chiede scusa non gioca più, gli errori li possono fare tutti.”

La “polemica” sul mercato

“Non si può dire a qualcuno che non gioca da un anno e mezzo che ci metterà a posto le cose. Siamo noi che dovremo aiutare lui, non viceversa. Rafinha ha giocato 5 o 6 partite nell’ultimo anno. Il ritmo partita è un’altra cosa. La squadra comunque grosso modo è queste. Lisandro Lopez ha spessore. Miranda e Skriniar sono da Inter però, per cui ce le mettiamo a posto noi le cose. Io e i direttori parliamo tutti i giorni a pranzo. Chiaro che quando si decide di prenderlo c’è anche la mia decisione. Io non mi sono mai lamentato con questa società e avrei anche qualche possibilità di farlo. All’inizio noi siamo partiti con delle potenzialità, che poi in seguito si sono ridotte perché abbiamo dovuto smettere di fare il mercato.”