(CdS) L’attacco nerazzurro non sfonda, se non segna Icardi è dura

L’attacco dell’Inter da un anno fa fatica

Da circa un anno l’attacco dell’Inter fa fatica e se non segna Icardi( un gol ogni 164 minuti), ci sono poche alternative. La passata stagione l’Inter ha avuto il settimo miglior attacco con 50 reti in campionato, troppo poche per chi aspira a tornare in Champions.

E’ anche vero che in questa sessione di mercato sono arrivati uomini assist come Antonio Candreva e Ever Banega e uomini gol come Gabriel Barbosa, non a caso soprannominato Gabigol. Ma anche nelle prime due partite di questa stagione, l’Inter ha segnato pochissimo solo un gol, firmato da Icardi, in due partite.

Speranza Gabigol

Guardando i numeri, solo Mauro Icardi ha una media gol accettabile, gli altri giocatori no, a partire da Ivan Perisic, passando per Stevan Jovetic e finendo con Eder e Biabiany.

Come detto un discorso a parte lo merita l’attaccante della nazionale brasiliana, Gabriel Barbosa, al secolo Gabigol. Il verdeoro si è portato tre uomini del suo staff dal Santos, come fece Neymar quando si trasferì dal Santos al Barcellona. Tutto questo per facilitare l’ambientamento a Milano, che non è detto sia facile per un ragazzo di 19 anni(20 da compiere), ma in cui l’Inter ha visto un potenziale enorme e visto il caso Barcellona-Santos, forse stavolta ci ha visto giusto.

(GdS) Joao Mario brilla con il Portogallo e fa felice l’Inter

(TS) Jovetic: “Deludente non essere in lista per l’Europa League”