Canuti: “L’Inter ha acquistato consapevolezza, contro il Napoli…”

Mg Milano 15/10/2017 - campionato di calcio serie A / Inter-Milan / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: esultanza gol Mauro Icardi

L’ex difensore dell’Inter Nazzareno Canuti intervenuto a TMW Radio ha parlato di Inter, soffermandosi sulle prestazioni dei giocatori

Inter News | Il derby ha acceso gli animi in casa nerazzurra, molte le considerazioni fatte dopo la partita, tra cui anche quelle di Nazzareno Canuti.

Canuti, ex difensore nerazzurro, ha espresso la sua opinione riguardo l’inter, Spalletti e i giocatori.

Per quanto riguarda Spalletti, molti gli attestati di stima da parte di Canuti

“Sono convinto che, come ha fatto vedere in passato su altre panchine, farà buoni risultati”.

“Mette in campo i giocatori che sanno sempre cosa fare e, quando non lo fanno, non ci pensa due volte a cambiare. Gli allenatori devono essere lucidi prima che bravi”.

Partendo dalla difesa invece, prima una considerazione su Handanovic

“Non sarà eccitante ma è molto freddo. Il suo è un ruolo difficile ed è sempre importante che si pari il parabile”.

“La sciocchezza ogni tanto ci può stare anche se non ne commette quasi mai. Sbaglia davvero poco. È una sicurezza anche rispetto all’anno scorso”.

Poi sull coppia di centrali Miranda – Skriniar

“Il primo sembrava un po’ addormentato, ma per fortuna gli attaccanti del Milan nei primi 45’ non sono scesi in campo”.

“Lo slovacco invece sempre sul pezzo. L’unica cosa che non mi è piaciuta in fase difensiva sono gli esterni sulle ripartenze rossonere”.

“Nel primo quarto d’ora della ripresa lasciavano gli uomini sulle fasce sempre liberi”.

“Va rivisto questo aspetto dei laterali, a maggior ragione se sai di non poter contare su due terzini di fascia puri, quindi meno pericolosi“.

In ultimo, una considerazione sul centrocampo nerazzurro, in particolare su Gagliardini e Candreva

“Gagliardini è giovane e posso capirlo: di solito questi fanno bene per un po’, poi magari calano”.

“Ora sta migliorando ma non è ancora reattivo. Nel gioco fa molte cose buone però deve rimanere ancora più umile e ricordarsi delle sue prestazioni con l’Atalanta”.

“Gli sarebbe utile e a quel punto troveremmo un giocatore diverso. Oltre che un buon giocatore poi è anche intelligente, capisce anche lui quando non fa come ci si aspetterebbe e questo, in un giocatore, conta tanto”.

“Candreva invece ha finalmente fatto vedere qualche cross corretto. Nel complesso ne ha falliti solo un paio“.

Sulla sfida di sabato contro il Napoli

“I nerazzurri potranno magari essere più sfacciati del solito. Il Napoli non ha cambiato quasi nulla e da due anni gioca un buon calcio”.

“È una squadra pericolosa, ma anche a Roma i giallorossi avrebbero dovuto mettere sotto l’Inter e, invece, i tre gol li ha fatti la squadra di Spalletti. Ogni partita fa storia a sé”.

“Ci sta perdere anche se sono convinto che i giocatori hanno acquisito molta consapevolezza dei propri mezzi“.