Meret con il mito di Handanovic: avversario stasera, erede domani?

Chissà che il destino - e Pastorello - non li metta in futuro uno a fianco all'altro, seguendo un filo già iniziato a Udine nel 2012.
18.04.2021 12:00 di Nicolò Toccaceli   Vedi letture

Napoli e Inter si affrontano questa sera al Maradona in una sfida che dirà molto sul futuro del campionato. A difendere la porta degli azzurri, complice l'infortunio di David Ospina, ci sarà con ogni certezza Alex Meret. Proprio il classe '97, cresciuto nel mito di Handanovic in quel di Udine, è uno dei nomi più in auge per la successione dello sloveno tra i pali dell'Inter, in una sorta di cerchio destinato alla chiusura.

Così scrive Tuttosport a riguardo: "Idealmente si sono già dati il cambio una volta: era l'estate del 2012, Samir Handanovic lasciava l'Udinese per trasferirsi all'Inter, mentre il club friulano scommetteva su un un ragazzo di casa, portando nel proprio settore giovanile il 15enne Alex Meret.

[...] Questa alternanza che dura da tre stagioni (con Ospina, ndr) ovviamente non ha reso felice Meret, tant'è vero che, nonostante De Laurentiis sia un suo tifoso e non voglia liberarlo, l'entourage del portiere si sta guardando attorno. Il suo agente è quel Federico Pastorello che ha molti legami con l'ambiente nerazzurro: è stato lui a fare da intermediario per l'arrivo di Antonio Conte; nella sua scuderia ci sono Lukaku, Joao Mario, Esposito e vecchi ex interisti come Candreva e Keita. E in passato sempre Pastorello fu il procuratore proprio di Handanovic.

Stasera Meret sfiderà ancora Handanovic, con l'obiettivo di batterlo per la prima volta e poi si vedrà. Chissà che il destino non li metta in futuro uno a fianco all'altro, seguendo un filo già iniziato a Udine nel 2012".